Home » Tag Archives: report

Tag Archives: report

Music Consumer Insight Report 2016: la ricerca condotta da Ipsos in 13 nazioni nel mondo 

È stato pubblicato ieri il documento “The Music Consumer Insight Report 2016”: report globale condotto da IPSOS Connect per esaminare i comportanti dei consumatori musicali in 13 tra i mercati musicali leader nel mondo.

La ricerca presenta dei focus relativi al cambiamento nei comportamenti dei consumatori e fornisce degli insight di valore su questioni prioritarie attualmente per l’industria musicale, come il “value gap”.

Key point:

  • I servizi di streaming audio in abbonamento stanno crescendo: il 71% degli utenti online tra i 16 e i 64 anni accedono ai servizi di musica online, ed i servizi in streaming stanno diventano più popolari tra i giovani sotto i 25 anni. Un terzo dei giovani tra i 16 e i 24 anni paga normalmente per i servizi di streaming audio.
  • YouTube è il servizio di musica online più utilizzato: 82% di tutti i visitatori di YouTube lo usa per ascoltare musica. È maggiore la quantità di persone che utilizzano YouTube per consumare musica che conoscono, piuttosto che per ricercare nuovi contenuti.
  • La violazione del copyright rimane un problema significativo: il 35% degli utenti online accede a musica tramite servizi illegali. In particolare, il 49% degli utenti tra i 16 e i 24 anni ricorrono a servizi di ripping.
  • I giovani sono altamente coinvolti nel consumo di musica: 82% degli utenti tra i 13 e i 15 anni ascolta musica tramite servizi di streaming legali e la maggior parte di questi è disposta a pagare per acquistare musica.
  • Gli Smartphone stanno acquistando spazio sostituendosi al computer come device più utilizzato per la fruizione musicale, sopratutto nelle nazioni più sviluppate. Gli utenti paganti per i servizi di streaming audio sono particolarmente inclini all’ascolto di musica via smartphone.

Commentando i dati della ricerca, Enzo Mazza, CeO FIMI, ha dichiarato: “Da questa ricerca emergono numeri valori positivi per la musica in Italia e nel mondo: i servizi di streaming in abbonamento stanno rivoluzionando le abitudini di ascolto e fruizione musicale e c’è una risposta positiva all’offerta presente sul mercato“.

Ha inoltre aggiunto: “Al cuore di questo cambiamento ci sono le aziende discografiche e gli investimenti che stanno compiendo nel settore digitale per supportare la creazione di sistemi sempre più innovativi di creazione e diffusione della musica“.

Il report è disponibile al seguente link.

Pubblicato l’IFPI Digital Music Report 2015

Il Digital Music Report offre un’eccellente panoramica su quanto l’industria musicale stia progressivamente continuando a trasformarsi ed investendo per adattarsi al mondo digitale.
Centrali le nuove offerte legate alla fruizione di musica in streaming, sopratutto in abbonamento che corrispondono ormai al cuore dell’industria musicale, rappresentando il 23% del mercato digitale e generando un ricavo trade di 1.6 miliardi di dollari. I ricavi determinati dai servizi di musica digitale, per la prima volta, hanno pareggiato quelli generati dai supporti fisici. Sono infatti cresciuti del 6,9% raggiungendo un valore di 6.9 miliardi di dollari, e rappresentano così il 46% delle vendite di musica globale, a sottolineare ulteriormente la profonda trasformazione che l’industria musicale ha vissuto negli ultimi anni. I ricavi totali nel 2014 risultano tendenzialmente stabili, con una flessione dello 0.4% per un valore di 14.97 miliardi di dollari.

Scarica qui il PDF

Fonte: www.fimi.it

UAMI: pubblicazione del report “Le violazioni dei diritti di proprietà intellettuale su Internet”

L’Ufficio per l’Armonizzazione del Mercato Interno ha reso pubblico il rapporto sulle violazioni dei diritti di proprietà intellettuale su Internet. Il documento è basato sui risultati di una conferenza sulle violazioni dei diritti di proprietà intellettuale su Internet che ha avuto luogo dal 5 al 7 novembre scorso in Alicante.

Il convegno, che è stato co-organizzato dall’UAMI, con l’Osservatorio europeo sulle violazioni dei diritti di proprietà intellettuale, Europol e Eurojust, era finalizzate allo scambio di idee e di opinioni di come la proprietà intellettuale e Internet possano convivere e portare vantaggio sia ai consumatori che alle imprese, e quali modelli e best practices possano essere sviluppati per promuovere questo equilibrio, per poi combattere la contraffazione e la pirateria.

Il rapporto è disponibile al seguente indirizzo:
https://oami.europa.eu/ohimportal/fr/web/observatory/news/-/action/view/1800248