Presentato un disegno di legge per modificare l’attuale legge sul diritto d’autore

I senatori Stefano Semenzato e Maurizio Pieroni (Verdi) hanno presentato ieri un nuovo disegno di legge intitolato “Tutela dell’uso personale e senza fine di lucro nella riproduzione di software, libri di testo e brani musicali. Modifiche alla legge 248/2000 sul diritto d’autore”.
Secondo i due senatori, le nuove norme di tutela del diritto d’autore, divenute legge lo scorso 18 agosto, si prestano a interpretazioni discordanti quando si tratta di copie per uso personale e senza fini di lucro.
Il rischio è di produrre effetti, forse non previsti dal legislatore, ma certamente perseguiti dalle potenti lobby dei produttori di software, delle case discografiche e degli editori. Il rischio è che le modifiche apportate alla vecchia legge del 1941 producano anche nuove e indebite misure repressive.
Perciò nel progetto di legge i senatori verdi propongono l’abolizione della norma che vieta la fotocopia oltre il 15% del totale del volume, di sostituire le parole “per trarne profitto” con “a fine di lucro” e di premettere le parole, all’art. 16 della legge 248/2000, “ad eccezione dell’uso personale senza fine di lucro”.
Il progetto di legge è disponibile sul nostro sito in formato pdf:
www.dirittodautore.it/doc/prog4913.pdf
La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.

Controlla anche

AgCom approva il regolamento in materia di equo compenso per le pubblicazioni giornalistiche in rete

L’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni AgCom ha approvato il regolamento in materia di determinazione dell’equo compenso per l’utilizzo online delle pubblicazioni di carattere giornalistico, in attuazione dell’art. 43-bis della legge sul diritto d’autore.