XTN Data: il file sharing continua a crescere

Secondo una ricerca portata a termine da XTN Data il file sharing in Rete, a dispetto delle azioni legali messe in atto non accenna a diminuire, ma anzi è in crescita.
Due terzi delle persone che utilizzano i sistemi P2P dicono di non essere preoccupate per le azioni legali messe in atto dalle etichette discografiche.
Secondo Greig Harper, fondatore della società , sono circa 52 milioni gli americani che utilizzano i sistemi di condivisione dei contenuti in Rete e in due anni hanno avuto esito positivo solo 3.500 azioni legali.
Nonostante l’attestata crescita dei sistemi legali di distribuzione della musica il 58% ritiene che siano troppo costosi. Il 41% ritiene siano troppo difficili da usare e il 43% asserisce che non offrono il tipo di musica richiesta.
La ricerca inoltre evidenzia il fatto che mentre sono stati approntati negozi virtuali per la musica in quantità rilevante, lo stesso non è avvenuto per i contenuti video la cui domanda è in notevole crescita e che tale situazione favorisce naturalmente il proliferare di comportamenti non leciti.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.

Controlla anche

Il Senato francese approva in via definitiva la legge antipirateria in Internet. Le maggiori associazioni italiane di titolari di diritti srivono al Presidente Sarkozy e al Presidente Berlusconi

La legge voluta dal presidente Nicolas Sarkozy per combattere il P2P illegale ha ottenuto ieri …