USA: il Dipartimento di Giustizia con RIAA contro Verizon

Con una decisione che può essere considerata come una importante vittoria per le case discografiche statunitensi, il Dipartimento di Giustizia si è schierato a favore di RIAA nella causa in corso con l’Internet Provider Verizon.
L’associazione che agisce in rappresentanza delle case discografiche statunitensi sostiene infatti che il provider abbia, in relazione alle previsioni del DMCA, l’obbligo di comunicare alla stessa i nominativi degli utenti cher abbiano reso disponibili il Rete più di 600 brani di musica privi della necessaria autorizzazione dei titolari dei diritti.
Nel parere rilasciato a una Corte Federale alla fine della scorsa settimana, il Department of Justice ha affermato che i diritti delle terze parti sanciti dal Primo Emendamento, non sono compromessi dalle previsioni del Digital Millennium Copyright Act. Per tale motivo il DOJ ritiene che sia possibile una generale estensione di dette previsioni.

La redazione (RB)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.