Un hacker rilascia la propria versione di KaZaa e Sharman reagisce

Allo scopo di ovviare al fatto che Sharman inserisca in KaZaa per scopi commerciali una serie di programmi embedded e per migliorare la funzionalità del sistema, Shaun Garriock, un programmatore scozzese, ha deciso di modificare il programma e rilasciare una propria versione definita Kazaa Lite.
La versione ufficiale del programma distribuito da Sharman contiene infatti una serie di programmi pubblicitari e anche software per tracciare il comportamento degli utenti.
Allo scopo sia di ovviare alla presenza di tali software embedded sia per migliorare le prestazioni del sistema, il programmatore scozzese ha elaborato una propria versione che sta riscuotendo un enorme successo anche in considerazione, sembra, del notevole miglioramento della funzionalità dello stesso grazie anche alla eliminazione di alcuni bug che affliggevano il programma originale.
Garriock afferma che la versione sviluppata non ha intenti commerciali, ma è mossa solo dalla volontà di migliorare il popolare programma.
Lo scozzese ha realizzato il sito www.kazaalite.com presso il quale è possibile scaricare la versione ‘leggera’ del sistema di file sharing.
Sembra che il programmatore sia già stato raggiunto da una diffida, a opera di Sharman Networks, a proseguire nella propria attività di diffusione
La società di Vanatu si trova ora dall’altra parte della barricata, in un dantesco contrappasso.

La redazione (RB)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.