Universal abbassa il prezzo dei CD

Con una mossa da tempo invocata dai consumatori, Universal ha deciso di abbassare i prezzi dei propri CD attuando una aggressiva politica dei prezzi per combattere la contrazione delle vendite registrata negli ultimi anni.
La variazione nel prezzo dovrebbe attestarsi su una media di tre dollari sull’intero catalogo, raggiungendo i sei dollari per i titoli dei big in uscita. Ciò significa che il prezzo degli album di artisti quali Mary J. Blige, , Jay-Z, , Brian McKnight, Shania Twain dovrebbe attestarsi a poco più di 10 dollari.
Ora si attende una medesima politica da parte delle altre major.
Gli effetti di tale azione nel lungo periodo sono difficili da prevedere, la speranza è che le vendite aumentino in misura tale da sopravanzare i minori introiti derivanti dall’abbassamento dei prezzi. A ciò si aggiungeranno sicuramente strategie di contenimento dei costi.
Comunque saranno in primo luogo i consumatori a beneficiare dell’iniziativa e dalla loro risposta dipende in gran parte il futuro della scena musicale.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.