Sono ora quattro le case discografiche che intentano causa contro Baidu

E’ ora al completo la compagine delle maggiori case discografiche che hanno intentato causa contro Baidu.com Inc. per violazione di copyright, sostenendo che il motore di ricerca cinese ha fornito link a pagine presso le quali è possibile scaricare illegalmente file musicali.
All’inizio di questo mese infatti, a Universal, EMI e Warner si è aggiunta Sony/BMG.
Alla base della azione delle major vie è la contestazione della presenza sul sito di circa 50.000 link a file illegalmente messi a disposizione.
Le azioni legali intentate stanno sicuramente influenzando in modo negativo Sina Corporation, proprietaria del sito, infatti, è di questi giorni la notizia che la società ha perso un terzo del valore di mercato in conseguenza del fatto che due banche di investimento che si occupavano della gestione della offerta pubblica del capitale dell’azienda hanno dichiarato che il prezzo della stessa era ‘gonfiato’.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.