Proposto un emendamento alla legge sul copyright australiana

L’editore di AustralAsian Music Industry Directory, Phil Tripp, ha sottoposto una proposta a un serie di associazioni in ambito musicale per ottenere un emendamento dell’attuale assetto normativo relativo al copyright in Australia.
Scopo della proposta è il consentire al consumatore di poter legalmente effettuare copia dei brani musicali acquistati per uso personale, prevedendo una forma di contropartita economica per il titolare dei diritti attraverso l’introduzione di un prelievo percentuale sul prezzo dei supporti vergini e dei media player.
Tripp ritiene necessario allo scopo di far giungere la proposta in modo credibile al Governo Federale, che divengano latori della stessa enti e associazioni quali Association of Independent Record Labels (AIR), Music Managers Forum (MMF), Australian Music Retailers Association (AMRA), Musicians Union, Music Council of Australia (MCA), Australian Music Radio Airplay Project (AMRAP), Community Broadcasters Association (CBAA), sollecitate di conseguenza a sostenere il progetto.
Tripp sostiene che sia l’unico modo per poter seguire una tendenza di mercato che sempre più richiede che il prodotto possa essere fruito secondo diverse modalità , cosa allo stato impossibile da realizzare se non in aperta violazione della normativa vigente in tema di copyright.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.