Nike condannata in Cina per violazione di copyright

Gli organi giudiziari cinesi sono sempre più impegnati a garantire il rispetto della normativa in materia di copyright.
A farne le spese questa volta non una azienda autoctona, ma Nike una delle più famose imprese produttrici di abbigliamento sportivo.
Una Corte cinese ha infatti condannato la multinazionale al pagamento di una somma pari a 36.000 dollari per aver violato il copyright di una disegnatore cinese avendo utilizzato una immagine, da questi creata, per la realizzazione di un messaggio pubblicitario.
Il rappresentante cinese di Nike ha comunicato che l’azienda intende appellare la decisione ritenendo che l’immagine elaborata da Zhang Zaiping non possedesse i necessari requisiti di originalità e che dovesse considerarsi una immagine di pubblico dominio.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.