Nasce una nuova task-force per il rispetto del copyright in USA

Viene dalla finanziaria la novità più importante degli ultimi mesi sul fronte oltre-oceanico: il Congresso degli Stati Uniti d’America ha infatti approvato un programma per la creazione di una task-force che si occupi di far rispettare il copyright.
Qualora il Presidente decida in senso positivo, sarà nominato un rappresentante dell’ufficio per la protezione del copyright affinché coordini gli sforzi che le varie parti in causa, anche con la collaborazione attiva delle forze di polizia.
Al momento, infatti, ci sono agenzie per la protezione del copyright in svariati uffici governativi, da quello della Library of Congress, a quelli dei dipartimenti della Giustizia e dello Stato, a quello dello U.S. Trade Representative. Si è dunque sentita la necessità di centralizzare il potere ed il controllo sulle varie azioni entro una stessa materia di competenza.
Allo stesso tempo, la finanziaria stanzia $2 milioni in favore del National Intellectual Property Law Enforcement Coordination Council (NIPLAC), un organo il cui scopo sarà quello di focalizzare e centralizzare politiche, obbiettivi e priorità in materia di protezione della proprietà intellettuale americana all’estero.
In attività dai primi anni ’90, il NIPLAC non ha finora mai operato in modo massiccio, e si auspica da più parti che questa iniezione di fondi possa portare un cambiamento positivo.
Il Congresso non si è però dimostrato certamente unito nell’approvare queste misure: per quanto concerne il finanziamento del NIPLAC, la proposta iniziale, che prevedeva uno stanziamento di ben $20 milioni, è stata evidentemente drasticamente ridotta; per quanto concerne la creazione della task-force per la protezione del copyright, invece, molte sono state le voci contrarie a quello che è sentito come un interesse del governo in una questione che in ultima istanza è quella di un business privato e che registra un suo profitto.

La redazione (Alessandro di Francia)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.