Michael Jackson contro ACCOPS Act 2003

Il popolare “Jacko” ha espresso il suo disappunto per il disegno di legge presentato alla Camera dei Rappresentanti e denominato “Authors, Consumer and Computer Owners Protection and Security Act’ 2003 che definisce reato federale lo scaricamento illecito anche di un solo file coperto da copyright.
Pur stigmatizzando l’ottenimento di file in modo illecito attraverso la Rete, Jackson ritiene che la pena detentiva sia un provvedimento troppo severo e che contromisure devono essere legate all’innovazione tecnologica che ha sempre rivestito e riveste grande importanza per gli Stati Uniti.
E’ necessario cercare di soddisfare le esigenze degli utenti e dei fan, che sono il motore primo del “music business”, come dimostrato dal negozio virtuale di Apple che sta riscuotendo un grande successo.

La redazione (RB)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.