La TV avrà un nuovo canale, quello del file-sharing

Nascerà a gennaio, e si chiamerà ‘Cybersky TV’, la rivoluzione del mondo audio-video digitale. Si tratta di un canale di peer-to-peer creato da due ingegneri di software, Guido Ciberski e Petra Bauersachs, il quale avrà la funzione di trasportare il segnale audio-video in presa diretta nei PC degli utenti. Sempre che gli avvocati non intervengano prima.
La Cybersky TV farà di qualunque utente munito di una scheda video un uploader di trasmissioni televisive, mentre il software funzionerà un po’ come BitTorrent, la piattaforma peer-to-peer in quest giorni così famosa: nessun server centrale, solo utenti che mettono a disposizione le trasmissioni e che fanno così da ponte tra un utente che stia uploadando ed uno che stia downloadando il file.
I guadagni per i due ingegneri deriveranno da banner ed altre forme di pubblicità che verranno proiettate durante lo streaming delle trasmissioni.
E mentre la Electronic Freedom Foundation avvisa che ci si deve aspettare un fiorire di cause legali contro il software, i suoi due creatori fanno sapere che sono pronti a lottare per la sua diffusione. Ma anche che per sicurezza il lancio del programma avverrà in un paese con leggi le più liberali possibili sul diritto d’autore.

La redazione (Alessandro di Francia)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.