La Cina sta sviluppando un sistema più moderno in materia di copyright

Un rappresentante della National Copyright Administration of China ha recentemente comunicato che il governo di Pechino sta gradualmente sviluppando una serie di elementi di natura non solo legislativa allo scopo di approntare un sistema di protezione del copyright in sintonia con quanto previsto dalla normativa internazionale.
Il rappresentate ha affermato che l’apparato deve essere basato su un sistema normativo completo in tutte le sue parti e al tempo stesso sulla attivazione di una azione sociale volta a realizzare una maggiore consapevolezza del pubblico in materia di copyright.
Comunque i dati riportati sembrano attestare uno sforzo da parte delle autorità nel cercare di arginare il fenomeno della pirateria, sforzo che ha portato al sequestro dal 1995 al 2003 di 265 milioni di prodotti contraffatti.
L’apprensione dei Paesi occidentali rimane, comunque, decisamente elevata in attesa che dalla Cina giungano segnali che evidenziono un impegno maggiore in tema di protezione del copyright.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.