Il Consiglio Europeo degli editori afferma che è finito il tempo dei contenuti gratuiti

Gli editori europei riuniti a Bruxelles hanno posto l’accento sul fatto che non possono continuare a permettere ai motori di ricerca di accumulare risorse economiche sfruttando i contenuti editoriali in modo gratuito
Francisco Pinto Balsemao a capo del Consiglio ha rilasciato una dichiarazione nella quale afferma che gli utenti sono attratti dalla Rete a causa delle presenza di contenuti gratuiti, ma che la presente situazione deve avere termine e gli utenti debbono prendere coscienza del valore degli stessi affinché un nuovo ‘modello di business’ possa svilupparsi.
Balsemao ha inoltre sostenuto che l’industria dei contenuti ha la assoluta necessità di sapere che la proprietà intellettuale è adeguatamente protetta.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.