Il Congresso USA preoccupato anche per il Brasile

Dopo aver espresso le proprie preoccupazioni in merito alla posizione della Cina relativamente al problema della pirateria, Defenders of Property Rights ha inviato una lettera allo U.S. House of Representatives Committee on Ways and Means allo scopo di far includere il Brasile tra le nazioni che mettono in maggior misura a repentaglio i diritti relativi alla proprietà intellettuale al par,i appunto, della Cina.
DPR afferma che secondo quanto riportato dalla Intellectual Property Alliance (IIPA) il danno economico subito dalla economia statunitense a causa della pirateria presente nel Paese sudamericano è pari per il 2003 a 900 milioni di dollari.
Il 4 aprile scorso lo United States Trade Representative aveva concesso al Brasile sei mesi per poter dare un segnale forte della volontà di arginare e combattere il fenomeno della pirateria pena la revoca di tutti i vantaggi concessi dagli USA al Paese sudamericano in termini di dazi doganali alle merci.
Il comportamento del Brasile sempre in maggiore contrasto con la linea di pensiero americana ha condotto alle richieste di una politica commerciale maggiormente severa e attenta nei confronti dello stato sudamericano.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.