Hong Kong: giudice distrettuale lamenta la mancanza di un registro centrale delle opere protette

Chua Fi-lan è un magistrato cinese della Corte Distrettuale di Hong Kong, che spesso è chiamato a decidere in materia di violazione di copyright. Il magistrato è stato recentemente chiamato a giudicare tre soggetti accusati di diversi reati legati al copyright, coinvolti in una attività illecita che aveva portato le forze dell’ordine a operare un sequestro di circa un milione di DVD piratati e dell’attrezzatura per la loro produzione.
Il giudice ha lamentato pesantemente la mancanza di un ufficio del registro delle opere protette dal diritto di autore che rende assai difficile stabilire, in casi come quello del sequestro citato, la titolarità dei diritti relativi alle opere contraffatte.
Il magistrato ha evidenziato come sia molto complesso anche per le autorità doganali risalire ai detentori dei diritti relativi alle opere, circa 200, rinvenute nella predetta operazione e che solo l’istituzione di un database centralizzato potrebbe ovviare al problema.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.