Gli artisti si uniscono contro i CD pirata

Negli ultimi anni, per molti amanti della musica, sono diminuite le visite ai negozi di dischi e aumentati i click per scaricare musica gratis da Internet, con un notevole risparmio per loro, ma con una corrispondente perdita di guadagni da parte di artisti e case discografiche.
Ora, tuttavia, i membri della comunità musicale, artisti, cantautori e compagnie discografiche si stanno unendo in una campagna per fermare lo scaricamento illegale e le copie pirata.
Shakira afferma: “Un album è un impegno di squadra, quando qualcuno copia un cd, non sta derubando solo l’artista, ma anche tutti quelli che hanno lavorato con lui, coproduttori, scrittori e musicisti.”
Nel mondo, più di un 2,6 miliardi di file sono scaricati illegalmente dalla rete ogni mese, e c’è chi sostiene che questo trend può cambiare il modo di fare musica e la carriera degli artisti. Jack Kyser, economista, afferma: “Se non ci saranno profitti, molte case discografiche getteranno la spugna, e saranno artisti e musicisti ad uscirne sconfitti”.
Il rapper DMX afferma che lo scaricamento illegale “ferma gli artisti dall’arrivare dove dovrebbero essere”, e come lui, molti nel mondo della discografia ritengono che se le cose non cambieranno, molti giovani artisti potrebbero non avere mai la propria occasione.
L’industria discografica permette già di scaricare musica legalmente, ma nonostante questo il problema permane.
Le vendite di CD ai fornitori sono scese del 7% nella prima metà di quest’anno; niente di cui stupirsi, se, come afferma un’indagine svolta da Peter D. Hart Research Associates, il 35% dei teenager quando sente una nuova canzone che piace loro, per prima cosa la scarica gratis dalla rete.

La redazione (traduzione di Daniela Torrisi)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.