Ancora azioni legali contro i creatori di Morpheus

L’industria discografica ha intentato nuovamente causa contro i creatori del famoso software P2P Morpheus dopo la battuta di arresto subita all’incirca un mese fa.
La nuova causa ha per oggetto un servizio radio via Web che non è mai stato attivato da Streamcast Networks.
Le case discografiche sostengono che, allo scopo di approntare il servizio Streamcast ha acquistato migliaia di CD e ne ha trasferito il contenuto in un database digitale memorizzato su hard disk e altri tipi di memoria digitale senza l’autorizzazione dei titolari del copyright.
Michael Weiss, CEO di Streamcast, ha definito l’azione del tutto inutile e strumentale.

La redazione (RB)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.