UE: sei Stati sotto accusa per la non corretta implementazione della direttiva su prestito e noleggio

La Commissione Europea ha dato il via a una procedura nei confronti di Spagna, Lussemburgo, Francia, Italia Portogallo e Irlanda.
Tutti i suddetti Paesi sono stati oggetto di una formale lettera di notifica per non aver implementato correttamente implementato nei sistemi giuridici nazionali le norme comunitarie ( Direttiva 92/100) in materia di diritto di prestito e noleggio
Secondo tale direttiva, che doveva essere recepita dagli stati già otto anni fa, gli autori e altri titolari del diritto godono di un diritto di prestito esclusivo e hanno la facoltà di vietare o autorizzare il prestito pubblico (senza fini diretti o indiretti di lucro) delle loro opere o di altri oggetti protetti. Gli stati membri, sottolinea l’esecutivo UE, possono tuttavia derogare a queste disposizioni e trasformare il diritto di prestito esclusivo in semplice diritto ad un’equa remunerazione. Gli stati inoltre possono anche esonerare talune categorie di istituzioni dal pagamento di questa remunerazione
La lettera è il primo passo di una azione legale che potrebbe terminare con pesanti sanzioni.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.