Sequestrato a Guidonia (Roma) laboratorio per la produzione illegale di CD e DVD con 58 masterizzatori

Si tratta di una delle più grandi centrali di riproduzione illegale di CD e Dvd mai rinvenuta nell’area della capitale ed è stata scoperta dalla Guardia di Finanza in un appartamento di via Tiburtina, nei pressi di Guidonia. Denunciato il proprietario, M.S., di 40 anni, che aveva trasformato l’abitazione in un laboratorio per la riproduzione e il box in deposito di prodotti contraffatti. Secondo le indagini dei militari della GdF l’uomo riforniva i venditori ambulanti nei quartieri Casilino, Centocelle e Tor Pignattara.
M.S. è stato fermato mentre, a bordo della sua auto, si accingeva a consegnare alcuni dei prodotti contraffatti ai clienti, ne è seguita una perquisizione domiciliare dove sono stati rinvenuti nove unità centrali e 58 masterizzatori per la riproduzione di CD e DVD, oltre 6.500 compact disk musicali e playstation, 1.000 Dvd contraffati e altri 1.000 non ancora registrati, 25.000 copertine di film in DVD scannerizzate e 3.000 custodie per i dischi contraffatti. FPM, Federazione contro la pirateria musicale ha espresso il plauso ai militari per il brillante risultato operativo.
Dall’inizio dell’anno l’azione particolarmente intensa delle forze dell’ordine sul fronte della centrali di riproduzione ha portato al sequestro di 538 impianti per la masterizzazione di CD, un deciso incremento rispetto ai 236 impianti sequestrati nello stesso periodo dello scorso anno. Sotto pressione delle forze di polizia molte organizzazioni deliquenziali hanno spostato le centrali dall’area napoletana per concentrarle in zone di altre province campane e nel Lazio.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.