Project Hudson contro la pirateria

Un consorzio formato da cinque tra i maggiori produttori di apparecchiature elettroniche Intel, Nokia, Samsung, Toshiba, Matshushita e denominato Project Hudson sta progettando un sistema per rendere i contenuti digitali sicuri.
Si tratta quindi di un sistema non solo per proteggere CD e DVD dalla copia illecita, ma per proteggere i contenuti digitali dalla diffusione illecita in Rete e dall’utilizzo non autorizzato attraverso lettori portatili di diverso genere.
Il consorzio ha intenzione di annunciare le modalità di questo innovativo approccio ai primi di febbraio, prima della consegna dei Grammy e degli Oscar.
Il sistema messo a punto dovrebbe consentire comunque la condivisione dei contenuti dei propri apparecchi portatili attraverso la Rete, ma in modo limitato.
L’obiettivo è quindi quello di consentire in un certo qual modo la condivisone del materiale, ma ponendo dei seri limiti a un utilizzo indiscriminato e illecito in modo da salvaguardare l’assetto economico e finanziario dei produttori dei contenuti digitali.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.