Multa record di 160.000 sterline per un pirata asiatico

La campagna della BPI (British Phonographic Industry) contro la pirateria musicale ha ricevuto un maggiore impulso da quando il Tribunale di Isleworth Crown ha condannato Yogesh Raizada ‘ trentasettenne pirata musicale di origini asiatiche residente a Londra ‘ al pagamento di una multa record di 160.000 sterline, oltre che a 3 anni di carcere, prorogabili fino a 6 nel caso di mancato pagamento della multa entro 9 mesi dalla condanna.
David Martin, direttore della sezione Antipirateria della BPI, considera la pena inflitta a Raizada come quella di gran lunga più severa mai prevista fino ad ora per questo tipo di reato. Secondo Martin, quanto accaduto è la prova indiscutibile della maggiore serietà con cui i tribunali inglesi, sempre più consapevoli della grave minaccia rappresentata dalla pirateria, affrontano finalmente questo problema.

Simona Leo

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.