L’industria discografica deplora il dettato della legge ucraina sulla produzione dei CD

IFPI ha fortemente criticato il dettato della legge ucraina che ha l’obiettivo di regolare la produzione di supporti ottici, considerato assolutamente privo di efficacia rispetto all’obiettivo prefissato.
Secondo il CEO di IFPI Jay Berman, il parlamento ucraino ha perso ancora una volta la possibilità di evitare l’applicazione delle sanzioni degli Stati Uniti.
Secondo quanto asserito da Berman IFPI avrebbe sicuramente preferito l’adozione di una legge efficace piuttosto che le sanzioni, che però allo stato sembrano inevitabili.
L’applicazione delle sanzioni è prevista per la giornata di oggi.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.