SDMI insiste

All’ultimo meeting di Tokyo, Secure Digital Music Initiative (SDMI) ha continuato a lavorare sulla valutazione e sul testing di tecnologie per la protezione dei brani musicali digitali, e ha approvato il piano dettagliato per il passaggio alla Fase 2.
“Il passo compiuto in questo meeting assicura che la tecnologia finale soddisfi sia i bisogni del consumatore finale con la semplicità d’uso, sia il bisogno di protezione degli autori” ha affermato Leonardo Chiariglione, executive director di SDMI.
Chiariglione ha ricevuto molti apprezzamenti dai partecipanti, e ha anche annunciato che si dedicherà maggiormente anche alla nuova iniziativa multimediale del CSELT, il centro di ricerca di Telecom Italia, che sta per essere rinominato Telecom Italia Lab.

La redazione – Fonte: Mi2N

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.