Operazione FBI contro la contraffazione di software ludici

L’FBI ha tratto in arresto a New York quattro cinesi accusati di avere illegalmente distribuito console dedicate alla fruizione di videogame che contenevano copie non autorizzate di giochi digitali editi da Nintendo.
Le piattaforme di gioco erano commercializzate sotto il marchio Power Player ed erano commercializzate unitamente a dozzine di versioni piratate di popolari giochi sviluppati dalla casa nipponica quali like Donkey Kong, Mario Bros.e Duck Hunt.
Le autorità hanno rivelato che nel corso dell’anno 2004 i soggetti arrestati avevano importato 27 container contenenti più di 280.000 piattaforme di gioco contenenti giochi contraffatti.
Questa azione è l’ultima di una serie posta in essere dalla FBI con l’aiuto di Nintendo che da tempo si impegna in modo intenso e costante nella lotta alla pirateria.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.