Home » News » Antipirateria » Il senatore Coleman preme per una riduzione delle sanzioni

Il senatore Coleman preme per una riduzione delle sanzioni

Il senatore Statunitense Coleman ha dichiarato di voler proporre una riduzione delle sanzioni previste per la violazione di copyright, o meglio, previste per coloro i quali scaricano illegalmente brani dalla Rete.
Attualmente le pene pecuniarie vanno dai 750 ai 150.000 dollari per brano scaricato. Tali cifre sono ritenute troppo elevate, “irragionevoli”, dal senatore. Egli ha asserito che le cifre richieste scoraggiano chiunque dal tentare di agire in giudizio per difendersi, inducendo i più a raggiungere un accordo stragiudiziale anche qualora non lo ritengano equanime.
Il senatore non ha però ancora pensato a ridefinire le somme ritenute inique.
RIAA è naturalmente contraria all’iniziativa che viene invece salutata con soddisfazione dal settore legato alla tecnologia P2P.

La redazione (Raimondo Bellantoni)

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.