Cina: facilmente reperibili le copie pirata di “Guerre Stellari”

La pirateria colpisce ancora: ora tocca al colossal “Guerre Stellari”.
Dalla Cina arriva la notizia che le copie sono in vendita oggi nelle strade di Pechino, appena pochi giorni dopo la prima mondiale di “Star Wars: Episodio III – La vendetta di Sith”, che ha debuttato nelle sale cinesi alla mezzanotte di giovedì, come nel resto del mondo, nel tentativo di battere i pirati.
La qualità dei dischi è molto buona, non sono come le copie pirata filmate nei cinema“, ha detto un rivenditore di Pechino mentre offriva un Dvd in vendita a 7 yuan (85 centesimi Usa). I biglietti dei cinema costano fino a 70 yuan.
La Motion Picture Association of America stima che circa il 95% dei Dvd venduti in Cina siano pirata, costando all’industria cinematografica Usa 280 milioni di dollari solo lo scorso anno.
Il nuovo film di George Lucas ha incassato 50 milioni di dollari ai botteghini Usa nel primo giorno di programmazione.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.