Aumentano i casi di software contraffatto offerto attraverso lo spamming segnalati a BSA

Pubblicate le linee guida per le aziende sui possibili rischi

Milano – BSA (Business Software Alliance) mette in guardia le aziende contro la crescente diffusione registrata in Europa dei messaggi di spam che propongono l’acquisto di software contraffatto. L’associazione ha reso noto che nell’ultimo trimestre è stata registrata un’impennata di segnalazioni riguardanti sia messaggi di spam che propongono software pirata, sia siti Internet che vendono software contraffatto per corrispondenza. In risposta a questa tendenza, BSA ha pubblicato apposite indicazioni per aiutare le aziende ad acquistare software tramite Internet in modo legale e sicuro.

Le offerte che giungono tramite messaggi di spam presentano spesso link a siti dall’aspetto professionale, inclusi siti di vendita per corrispondenza, che propongono software contraffatto spacciato come versione OEM (Original Equipment Manufacture).

Beth Scott, Vice Presidente di BSA EMEA, ha commentato: “Sfortunatamente questi siti Web a prima vista appaiono del tutto legali, utilizzano una grafica convincente e riproduzioni dei loghi dei produttori, ma sono sempre più spesso il veicolo scelto dalle organizzazioni criminali per raggirare aziende e privati facendo loro acquistare software contraffatto”.

“BSA ha come obiettivo quello di creare un ambiente digitale sicuro e legale dove gli utenti – privati e aziende – risultino protetti”, ha proseguito Beth Scott. “Lo spam che promuove offerte speciali e i siti di vendita per corrispondenza rappresentano solo due facce della pirateria Internet, un serio problema che crea diffidenza verso gli acquisti online. BSA sostiene l’applicazione delle leggi esistenti che aiutano a debellare la criminalità in Internet, così come è favorevole a una legislazione che colpisca lo spam”.

Un recente studio condotto da IDC ha indicato che una sua riduzione del 10% della pirateria software entro il 2006 potrebbe creare da sola 200.000 nuovi posti di lavoro e generare un gettito fiscale pari a oltre 20 miliardi di euro.

Suggerimenti utili per evitare di acquistare software contraffatto via internet

– Se sospettate che un messaggio e-mail possa essere spam, non rispondete – altrimenti il vostro indirizzo potrebbe diffondersi presso altri spammer incrementando il volume di posta non richiesta che riceverete.
– Tenete aggiornata la protezione antivirus – gli spammer possono tentare di carpire informazioni personali dal vostro PC o di utilizzarlo come veicolo per compiere atti illeciti su Internet.
– Se possibile non indicate il vostro indirizzo e-mail in siti pubblicamente accessibili – sono i primi luoghi dove gli spammer ricercano gli indirizzi e-mail.
– Controllate il sito Web di chi propone software: se questo “rivenditore” non è compreso tra i dealer autorizzati del produttore (verificabili sul sito Web di quest’ultimo), procedete con cautela.
– Fidatevi dell’istinto – se un prezzo appare troppo basso per essere vero, probabilmente è proprio così.
– Carte di credito – come per ogni tipo di acquisto, i dati della carta di credito devono essere inviati non prima di aver valutato con cautela l’interlocutore.
– Attenzione ai back-up – evitate in particolare l’acquisto di copie di ‘back-up’ perché sono una violazione del copyright.
– Diffidate dalle “compilation” – evitate le raccolte di titoli di produttori differenti su un singolo CD.
– Informatevi – cercate sul sito del rivenditore la sezione dedicata al feedback e controllate i commenti degli acquirenti. Ricordate che l’assenza di lamentele non significa sempre ricevere materiale originale. Se avete dubbi effettuate ricerche “generali” sul Web per determinare la legittimità del sito.
– Se possibile reperite l’indirizzo del rivenditore – ricordate che, qualora il prodotto risulti illegale, non potrete agire se non siete in grado di contattare il venditore. Se non riuscite a scoprirne l’indirizzo, allora diffidate.
– Conservate le ricevute – stampate la copia del vostro ordine e la relativa conferma del rivenditore fino a quando riceverete il software in modo soddisfacente.
– Segnalate i casi di pirateria – gli acquirenti che sospettano l’offerta di software illegale, contraffatto e/o fraudolento devono contattare le forze dell’ordine o l’indirizzo http://www.bsa.org/italia.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.