Home » News » Attualità » Si prepara il netstrike contro il sito del Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Si prepara il netstrike contro il sito del Ministero per i Beni e le Attività Culturali

In queste ore gira su Internet un testo che invita al netstrike contro il sito del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Pubblichiamo integralmente il testo, anche se non ne condividiamo il contenuto.

<- inizio testo ->
Netstrike (Girotondo telematico) contro il sito del Ministro Urbani (www.beniculturali.it )

IL 31 MAGGIO, SE NON VERRA’ MODIFICATO IL DECRETO URBANI

L’altro giorno è stato approvato (in tutta fretta) il decreto legge Urbani in Senato.
Noi non siamo d’accordo sul fatto che, a fronte di un abbassamento della sanzione amministrativa per chi scarica file (da
1500 a 154 euro), sia comparso il penale (4 anni di reclusione) per chi “trae profitto” dai file illegali (ossia tutti coloro che non hanno la copia originale di ciò che viene scaricato, cioè tutti).

Poi vogliamo che sia cambiata la legge 106/2004 del 15 aprile 2004, intitolata “Norme relative al deposito legale dei documenti di interesse culturale destinati all’uso pubblico” e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 98 del 27 aprile 2004 e in vigore dal 12/5/2004. Questa legge non è ancora operativa perchè servirà il regolamento attuativo.
Questa legge, rifacendosi ad una norma del 1939, afferma che chiunque gestisca siti (anche amatoriali) debba avere 2 copie di ciò che pubblica depositate a Roma e Firenze (verrà precisato meglio dove, successivamente). E’ logico che così la maggioranza dei siti amatoriali e di associazioni, organizzazioni di volontariato, pagine personali, dovranno chiudere. La rete sarà riservata ai siti superprofessionali che potranno fare il bello ed il cattivo tempo. Si bloccherà la libera circolazione di notizie.

Anche noi, come molti altri, ci rifaciamo all’articolo 3 della nostra Costituzione, che afferma: “”E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.” e chiediamo che venga rispettato.

PER QUESTI MOTIVI ABBIAMO ORGANIZZATO UN GIROTONDO TELEMATICO (NETSTRIKE) PER LUNEDI’ 31 MAGGIO 2004 DALLE 15 ALLE 15.45 NEL CASO IN CUI PRIMA IL DECRETO NON VENGA MODIFICATO

Con questa azione (simbolica e nonviolenta) INVITIAMO TUTTI I CITTADINI (nel caso in cui prima non venga cambiato) A COLLEGARSI CONTEMPORANEAMENTE
AL SITO www.beniculturali.it dalle 15 alle 15.45 di lunedì 31 maggio, per dare voce alla nostra protesta: non accetteremo che questo decreto impedisca la libera circolazione delle idee e penalizzi la libertà e l’eguaglianza dei cittadini

COSA PUOI FARE’

Prima del 31 maggio: diffondere il più possibile l’iniziativa

Spedendo questa e-mail ad amici, parenti e conoscenti ANCHE ALL’ESTERO!!!

Raccogliendo adesioni (da spedire a net_urbani@bobi2001.it),
gruppi, associazioni, partiti e individuali.
Diffondendo il banner ed il suo collegamento che puoi trovare a www.bobi2001.it
Scaricando e diffondendo il volantino: VAI A www.bobi2001.it/netstrikeurbani.rtf

Se PRIMA il decreto non verrà modificato, il 31 MAGGIO dalle 15.00 alle 15.45: collegati e fai collegare più gente possibile al sito www.beniculturali.it

PIU’ SAREMO E PIU’ LA PROTESTA RAGGIUNGERA’ LA SUA EFFICACIA!!!!

FAI CIRCOLARE QUESTA MAIL IL PIU’ POSSIBILE!

COLLEGATEVI TUTTI!!!

dalle 15 alle 16 sul sito
www.beniculturali.it

LUNEDI 31 MAGGIO
<- fine testo ->

La redazione