AFI apre un ufficio a Bruxelles

Nel proseguire la sua politica di sviluppo e di promozione della cultura e della musica italiana all’estero, l’Afi – Associazione Fonografici Italiani – ha aperto un ufficio di rappresentanza in 32 Avenue de Tervuren B – 1040 Bruxelles.
Da sempre sensibile nell’appoggiare le iniziative dei suoi consociati all’estero – e in tal senso opera da molti anni con successo la Fipi, Federazione Internazionale Produttori Indipendenti – l’Afi, con la costituzione dell’European Branch, si prefigge di promuovere i progetti internazionali delle etichette indipendenti, che sempre più tendono ad allargare il mercato oltre i confini nazionali.
L’ufficio servirà anche da supporto logistico per le diverse esigenze delle società che intendono operare in ambito europeo.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.