Festival di Sanremo 2004: è già polemica’

“Sul Festival di Sanremo 2004 non c’è nessuna strategia da parte della Rai. Bisogna mettere in piedi al più presto un tavolo con tutti i soggetti interessati: altrimenti sarà il naufragio”.
È l’allarme lanciato da Enzo Mazza, direttore generale della Fimi, che avverte: “Si parla di un nuovo presentatore: Bonolis è un grande professionista, ma il festival non può diventare una parata di sederi”.
“Siamo ancora in alto mare” sottolinea Mazza a nome della Federazione dell’industria musicale, “sul fronte dei rimborsi alle case discografiche: ci sono ritardi inaccettabili e non è ancora chiaro quando saranno erogati”.
Ma soprattutto il direttore generale della Fimi punta il dito contro il “disinteresse” di Viale Mazzini: “Abbiamo chiesto un incontro, ma il nuovo direttore generale neanche risponde al telefono. E finora è rimasta lettera morta la nostra richiesta, avanzata già al termine dell’ultima edizione, dai risultati non proprio incoraggianti, di un incontro con tutte le realtà interessate per pianificare il rilancio della manifestazione. Sanremo è un evento importantissimo per la Rai: è paradossale che debba essere la discografia a farsi carico di immaginarne il futuro”.
E non basta, per Mazza, l’ipotesi, accreditata da più parti, che il nuovo conduttore possa essere Paolo Bonolis, appena passato nella scuderia Rai: “Bonolis è un grande professionista, ma ha le sue idee. Bisogna stare attenti: non si può trasformare il festival in una parata di sederi, né si salva la manifestazione facendone un evento in costume da bagno. Non può essere questo l’obiettivo. E poi, è stato deciso un nuovo direttore artistico’”.
“Di questo passo”, sottolinea ancora il direttore generale della Fimi, “andiamo verso un regolamento a settembre e una scelta del cast a dicembre. Ma così avremo un festival di serie C. Abbiamo comunicato le nostre preoccupazioni anche al Comune di Sanremo. È necessario incontrarsi e lavorare tutti insieme, se vogliamo che l’evento venga rivitalizzato”.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.