Home » News » Attualità » Doppio “bollino” SIAE sull’ultimo DVD di 007: la lettera del presidente ANVI alla Fox

Doppio “bollino” SIAE sull’ultimo DVD di 007: la lettera del presidente ANVI alla Fox

Di seguito pubblichiamo la lettera inviata dal Presidente nazionale ANVI-Confesercenti, Enrico Landini, al Dott. Gian Maria Donà della Fox, in merito ai problemi creati alle videoteche dopo l’invio del Dvd “007 La morte può attendere” contenente il doppio bollino Siae, per la vendita e per il noleggio.

<- inizio lettera ->

Egregio Dottore, Le scrivo a nome dell’associazione di categoria Anvi-Confesercenti, rappresentativa della categoria degli esercenti il videonoleggio (Home Cinema e Videogames) d’Italia.
Come Lei ben saprà , il settore nel quale lavoriamo è in una situazione precaria e molto particolare. Infatti, non ci è chiaro come mai i nostri associati che negli ultimi anni hanno creduto ciecamente nel business dello home video, ed hanno operato attivamente con l’apporto di forza lavoro e di ingenti capitali, affinché questo mercato raggiungesse una dimensione di mercato interessante, siano sempre più bistrattati dai loro partner commerciali come le major.
Sappiamo bene che i volumi generati dal mercato dello HE sono di notevole interesse, e con il recente aumento dei canali di fruizione l’interesse dei consumatori si è ulteriormente accentuato.
Questo anche grazie alla sempre maggiore presenza di titoli molto (forse troppo!) economici in edicola.
Sicuramente non disponiamo di un’analisi reale dei fruitori dei servizi di alcune nuove società informatiche estere come WinMx, Kazaa, I-mesh, ecc., che permettono lo scambio di materiale multimediale quasi sempre coperto da copyright, consapevoli entrambi che questi fenomeni danneggiano fortemente il settore, specialmente se pensiamo allo stretto rapporto tra la pirateria della criminalità organizzata e la notevole espansione del file-sharing.
Quello che non comprendiamo è che, invece di far fronte comune per risolvere questo grosso problema, si cerca di mettere in difficoltà la categoria che rappresento. Non ultimo il recente caso relativo all’uscita del DVD “007 La morte può attendere”.
Molti nostri associati, si sono visti recapitare un DVD originariamente destinato alla vendita, come si può desumere facilmente dal bollino SIAE applicato direttamente sulla copertina cartacea e certosinamente nascosto da quello per l’uso noleggio applicato invece sulla copertina di plastica del contenitore del supporto. Inoltre il DVD riporta la dicitura “DISC 1” che fa dedurre che è il primo di due dischi, tipico della versione sell-thru.
Siamo al corrente della lettera che Vi è stata inviata da Davide Ghiringhelli presidente di Mondo Vision Group e Unisoft. Facciamo notare, al riguardo, che la nostra posizione si differenzia, poiché, si propone un comune esame della situazione, per capire come essa può essersi originata e, dunque, favorire i necessari correttivi interni all’azienda e nella distribuzione.
Sappiamo bene, inoltre, che il noleggio produce una quota interessante del fatturato delle major, e che non vi dovrebbe essere alcuna ragione per la quale si debba incrinare il nostro rapporto.
Concludo col dirVi che con la presente richiediamo che venga inviata ad ogni acquirente una dichiarazione scritta che attesti la “regolarità ” del prodotto acquistato per uso noleggio, in modo da sottoporlo a tutti gli organi ufficiali di controllo: Guardia di Finanza, Polizia Postale, Carabinieri, che “frequentemente” effettuano controlli nei nostri esercizi commerciali e che potrebbero non vedere di buon occhio questa duplice bollinatura.
Confidando nella Vostra collaborazione, persuasi che da ogni sorta di rapporto tra le nostre categorie, si potranno ottenere solo vantaggi per entrambi. I nostri associati apprezzeranno sicuramente. Distinti saluti

<- fine lettera ->

La redazione

About Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.