SIAE pubblica la statistica sulla spesa per lo spettacolo e sport 2000

Da molti anni la Siae cura la pubblicazione e la diffusione di riepiloghi statistici relativi alle manifestazioni di spettacolo e di intrattenimento che hanno luogo in Italia.
Queste statistiche evidenziavano, per tutti i generi di manifestazione, la spesa del pubblico; per il cinema e le attività teatrali e musicali, inoltre, venivano forniti anche il numero degli spettacoli e dei biglietti venduti.
I dati venivano elaborati avendo come base le somme versate per assistere agli spettacoli, accertate sulle risultanze dell’imposta spettacoli. Imposta che dal gennaio 2000 è stata abolita. E’ così cambiata la base di rilevamento: dall’imposta spettacoli si è passati all’Iva ordinaria, con la conseguenza che non è possibile stabilire un confronto fra il 2000 e gli anni precedenti.
Non avendo, quindi, un senso statistico attendibile il confronto con gli anni precedenti, comunichiamo solo il risultato dell’attività spettacolistica per il 2000.
I confronti saranno nuovamente possibili fra i dati del 2000 e del 2001, che si stima di poter comunicare entro i primi mesi del 2002.

La spesa degli italiani per lo spettacolo e lo sport nel 2000

Gli italiani hanno speso nell’anno 2000 complessivamente per lo spettacolo oltre 6.000 miliardi (3, 1 miliardi di euro) , di cui più di mille miliardi (544 milioni di euro) per il cinema e oltre 731 miliardi (377 milioni di euro) per le attività teatrali e musicali. La spesa per il cinema, la musica e il teatro è stata quindi di circa 1800 miliardi (930 milioni di euro).
Più contenuta la spesa complessiva per lo sport: circa 600 miliardi (308 milioni di euro) , di cui oltre 340 (176 milioni di euro)per assistere alle partite di calcio di serie A e B e agli incontri internazionali.
Per i trattenimenti vari sono stati spesi oltre 3.600 miliardi di lire (1,87 miliardi di euro), di cui più di 1.700 ( 895 milioni di euro) per il ballo.
Le statistiche sono pubblicate nel sito della SIAE:
Statistiche

La redazione – Fonte: SIAE

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.