SIAE paga i diritti del II semestre 2001

Uncla ci informa relativamente al pagamento dei diritti relativi al II semestre 2001, che verrà effettuato il 31 Luglio 2002.
La valuta sarà 31/07/2002.

Le modalità del pagamento sono invariate per tutte le Classi ad eccezione delle R.S. (ripartizioni supplementari) collegate al BSM e dei diritti relativi al BSM (Balli con strumento meccanico – discoteche, disco pub, abbonamenti vari di repertorio utilizzato con strumento meccanico, ecc.ecc.) che in conseguenza della sentenza del TAR del Lazio 4123/2002 (pubblicata nel nostro Centro Documentazione) e in attesa di definitiva sentenza a seguito di appello al Consiglio di Stato, attualmente in corso, avverrà con le seguenti modalità :

1) Tutti gli incassi del BSM verrano ripartiti esclusivamente al BSM (non verranno effettuate ripartizioni indirette).
Di cui il 50% verrà pagato secondo l’Ordinanza vigente:
Una quota del 50% di detti incassi è utilizzata per una ripartizione sulla base di un campionamento delle esecuzioni musicali in balli e trattenimenti con ballo effettuate con strumento meccanico. Il campione viene costituito:

  • attraverso rilevazioni di dette esecuzioni, effettuate direttamente dalla Società mediante propri incaricati, di durata non inferiore a 90 minuti per singola manifestazione e ad almeno 1.600 ore complessive per semestre
  • ed integrato con i dati relativi ad un terzo dei programmi consegnati dagli organizzatori, individuati con criteri di selezione statistica.
    Dalle rilevazioni sono escluse le esecuzioni musicali effettuate in balli in case private, in trattenimenti familiari o organizzati da circoli privati (con accesso consentito a soci ed, eventualmente, familiari); offerti da privati ad invitati (in occasione di congressi, raduni, riunioni aziendali) ovunque organizzati; offerti da gestori di locali pubblici ad invitati (in occasione di inaugurazione di locali, di stagione, etc.).
    L’ammontare complessivo della suddetta quota del 50% è suddiviso fra le composizioni elencate nel campione, attribuendo a ciascuna composizione tanti punti quante sono le relative esecuzioni.
    Sono escluse dalla ripartizione le composizioni eseguite per una durata inferiore a trenta secondi. Il valore del punto è pari al quoziente fra il predetto ammontare complessivo e il numero complessivo delle esecuzioni di tutte le composizioni elencate nel campione.

    Il restante 50% (del solo BSM) che, secondo l’Ordinaza vigente doveva essere attribuito in forma indiretta per similitudini di utilizzo di del repertorio tutelato(R.S.):

    Nel rispetto dei principi di economicità di gestione ed al fine di perseguire la massima corrispondenza possibile tra l’effettiva utilizzazione delle opere e la ripartizione dei proventi agli aventi diritto sulle opere stesse, considerate le caratteristiche del settore specifico e la conseguente particolare necessità di forfetizzazione delle situazioni, gli incassi relativi alle esecuzioni musicali mediante strumento meccanico effettuate in occasione di balli e trattenimenti danzanti

    2) Una quota del 21% è attribuita alla Ripartizione supplementare di Classe I Ballo (R.S. Cl. I-BL), di cui all’art. 11, lett. C).

    3) Una quota del 5% è attribuita alla Ripartizione supplementare di Classe I Concertino (R.S. Cl. I-Con), di cui all’art. 11, lett. D).

    4) Una quota del 24% è attribuita alla Ripartizione supplementare di Classe V (R.S. Cl. V) di cui all’art. 11, lett. B).

    verrà temporaneamente congelato in deposito fruttifero in attesa di sentenza definitiva del Consiglio di Stato.

    U.N.C.L.A. – Unione Nazionale Compositori Librettisti Autori

    La redazione

  • Su Giovanni d'Ammassa

    Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.