SCF /SENA: raggiunto accordo di reciprocità sui diritti connessi.

Stichting ter Exploitatie van Naburige Rechten, società di collecting olandese che gestisce i diritti per i produttori discografici e gli artisti interpreti esecutori sul territorio dei Paesi Bassi, e SCF ‘ Società Consortile Fonografici, che rappresenta più del 90% del repertorio discografico amministrato dai produttori discografici operanti in Italia, hanno sottoscritto un accordo di reciprocità che ha per oggetto la collaborazione nella raccolta dei compensi per l’utilizzo in pubblico delle registrazioni musicali.
L’accordo di reciprocità siglato oggi tra le due collecting europee, giunto a distanza di un anno dall’analoga intesa bilaterale con la PPL (la società di collecting inglese) è il secondo nella storia di SCF. Grazie a questa intesa le case discografiche italiane interessate potranno essere rappresentate in Olanda tramite SENA ed altrettanto potranno fare in Italia le etichette olandesi attraverso SCF.
“Siamo molto soddisfatti perché realizziamo così un secondo fondamentale passo nella costruzione e nell’allargamento della rete di tutela dei diritti relativi al repertorio discografico italiano in Europa. Inoltre, abbiamo la possibilità di ampliare la collaborazione operativa con una delle più importanti ed affermate Società di collecting europee.” ha affermato Gianluigi Chiodaroli, Presidente di SCF.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.