Home » Tag Archives: teatro

Tag Archives: teatro

Per Chi Crea: aperte le candidature per partecipare ai nuovi bandi

Sino al 5 aprile 2019 è possibile presentare la propria candidatura per partecipare ad uno dei seguenti quattro bandi promossi dal progetto Per Chi Crea del Mibac, gestito da SIAE, che destina il 10% dei compensi per copia privata a supporto della creatività e della promozione culturale dei giovani autori, artisti, interpreti ed esecutori under 35 e residenti in Italia.

1. “Nuove Opere” – finanzia progetti di produzione artistica volti alla realizzazione e promozione di opere inedite di giovani autori, artisti, interpreti ed esecutori. La proposta progettuale potrà riguardare la produzione e la promozione di una nuova opera avente carattere inedito realizzata in uno dei seguenti settori artistici: Arti visive, performative e multimediali – Cinema – Danza – Libro e lettura – Musica – Teatro.

2. “Residenze artistiche” – promuove la formazione e la creazione artistica mediante il sostegno alla realizzazione di residenze artistiche destinate a giovani autori, artisti, interpreti ed esecutori. La proposta progettuale dovrà riguardare la realizzazione di un percorso formativo-creativo in una residenza artistica teso a dare luogo ad una o più opere in uno dei seguenti settori: Arti visive, performative e multimediali – Cinema – Danza – Libro e lettura – Musica – Teatro.

3. “Formazione e promozione culturale nelle scuole” – finanzia progetti volti al rafforzamento della formazione e della promozione culturale nelle scuole pubbliche italiane, eventualmente in collaborazione con altri soggetti specializzati. Un’attenzione particolare verrà riservata alle scuole situate nelle “periferie urbane”. La proposta progettuale potrà riguardare la realizzazione o il rafforzamento di un percorso formativo-creativo in uno dei seguenti settori artistici: Arti visive, performative e multimediali – Cinema – Danza – Libro e lettura – Musica – Teatro.

4. “Live e promozione nazionale e internazionale” – finanzia due tipologie di attività svolte da giovani autori, artisti, interpreti ed esecutori: progetti volti alla realizzazione di spettacoli pubblici (live tour o rassegne), sia in Italia che all’estero, nei settori Danza – Musica – Teatro e i progetti volti alla traduzione in altre lingue e relativa distribuzione all’estero, nei settori Cinema – Libro e lettura.

I bandi sono rivolti a privati, aziende, scuole, enti e associazioni.

Maggiori informazioni sul sito dedicato: www.perchicrea.it

SIAE: pubblicato il rapporto sui dati dello Spettacolo del primo semestre 2014

Il film campione d’incassi nella prima metà dell’anno è stato “Maleficent” di Robert Stromberg con Angelina Jolie mentre al secondo posto “Un boss in salotto” di Luca Miniero con la Cortellesi e Papaleo, Nella Top Ten del Teatro le prime sei posizioni sono tutte italiane: in vetta “Rugantino” con Enrico Brignano, seguono “Romeo e Giulietta. Ama e cambia il mondo” di Giuliano Peparini, “Cinecittà” di Giampiero Solari con Christian De Sica, “La scala è mobile” di Felice Musazzi e Antonio Provasio, “Crozza delle Meraviglie”, “50 sfumature di Pintus” di Angelo Pintus. Tra i concerti, la prima posizione spetta a quello dei Rolling Stones il 22 giugno al Circo Massimo a Roma. Per la lirica, si è attestato al primo posto “II Trovatore” di Giuseppe Verdi alla Scala di Milano.

Lo studio SIAE dei dati dello Spettacolo del primo semestre 2014 conferma un andamento generalmente positivo. Aumento di Spettacoli al Cinema e al Teatro; crescita della Spesa al botteghino per Concerti, Attività sportiva, Mostre ed Esposizioni e Spettacolo Viaggiante.

Piccoli e ci auguriamo incoraggianti segnali in un periodo di crisi economica che vede gli italiani, comunque, orientati ad investire nella cultura e nel tempo libero – dichiara Gaetano Blandini, Direttore Generale di SIAE – Un risultato che speriamo possa crescere e attrarre un pubblico sempre maggiore”.

Il raffronto con i valori del primo semestre 2013 mostra complessivamente un aumento del numero di Spettacoli (+1,76%), degli Ingressi (+1,39%), della Spesa al botteghino (+5,20%) e della Spesa del pubblico (+2,45%), mentre è in lieve flessione il Volume d’affari (-0,04%).

Analizzando i diversi settori dello spettacolo, sicuramente nel primo semestre del 2014 il settore del Cinema registra un aumento del numero di Spettacoli (+1,45%) e una leggera diminuzione degli Ingressi (-0,11%). Si registrano, inoltre aumenti sia della Spesa del pubblico (+0,38%) che del Volume d’affari (+0,39%) mentre la Spesa al botteghino (-0,30%) è in lieve flessione. Il Prezzo medio d’ingresso è praticamente stazionario (-0,19%).

Andamento costante per l’Attività Teatrale: numero di Spettacoli +0,60%; Ingressi +0,97% e Spesa al botteghino, +0,12%, mentre la flessione della Spesa del pubblico (-4,74%) e del Volume d’affari (-5,06%) probabilmente è dovuta al ritardo nella comunicazione di introiti legati alla spesa del pubblico, principalmente nel settore della Prosa.

Segnali positivi per il comparto dei Concerti (classici, musica leggera e jazz) nonostante una flessione della domanda e dell’offerta di spettacoli: Spesa al botteghino (+0,92%), Spesa del pubblico (+0,15%), Volume d’affari (+1,53%). Si rileva tuttavia la contrazione del numero di Spettacoli (-2,88%) e degli Ingressi (-2,57%).

In crescita anche l’Attività sportiva: Ingressi (+8,33%), Spesa al botteghino (+16,35%), Spesa del pubblico (+8,72%). Il numero di Spettacoli è invece in diminuzione (-1,42%), così come il Volume d’affari (-3,36%). In particolare, il Volume d’affari nel Calcio ha fatto registrare una flessione del 3,82%: si dovrà aspettare la rilevazione di fine anno per verificare se la tendenza sarà confermata e se sia da imputare ai minori introiti realizzati per proventi da non partecipanti (sponsorizzazioni, vendita di diritti televisivi e contratti pubblicitari).

Nel primo semestre dell’anno, nel settore del Ballo e Concertini aumentano l’offerta di Spettacoli (+3,69%), gli Ingressi (+0,11%), la Spesa al botteghino (+3,03%) e la Spesa del pubblico (+0,16%), mentre diminuisce, di poco, il Volume d’affari (-0,08%), con una tendenza, nel complesso, positiva.

In crescita anche l’offerta di Spettacoli (+9,59%), la Spesa al botteghino (8,90%), la Spesa del pubblico (+5,17%) e il Volume d’affari (+5,18%) delle Attrazioni dello spettacolo viaggiante, che registrano tuttavia una diminuzione degli Ingressi (-34,70%). Si tratta però di attività che si svolgono prevalentemente durante i mesi estivi, per le quali la rilevazione dei primi sei mesi dell’anno non è particolarmente indicativa.

Grande crescita per Mostre ed Esposizioni: Spettacoli, +6,20%; Ingressi, +23,14%; Spesa al botteghino, +30,72%, Spesa del pubblico, +8,99%, Volume d’affari, +8,99%.

Indicatori con segni di tendenza positivi anche per l’Attività con pluralità di generi: crescono infatti il numero di Spettacoli (+4,60%), gli Ingressi (+0,17%), la Spesa al botteghino (+15,77), la Spesa del pubblico (+6,78%) ed il Volume d’affari (+5,64%). In questo comparto sono annoverate le manifestazioni all’aperto non riconducibili a specifiche tipologie di manifestazione che, per loro natura, sono allestite principalmente nei mesi estivi e, quindi, saranno catalogate, in misura rilevante, nel corso della seconda metà dell’anno.

In termini di ripartizione geografica del Volume d’affari, si registra una evidente crescita nei territori del Nord-est, nel Centro e nelle Isole.

Tra le città con oltre trecentomila abitanti, Bari, Firenze e Roma registrano tutti segni di andamento positivi.

GdF: denunciati 72 responsabili di organismi teatrali per illecita percezione di contributi regionali

Falsificazioni documentali, messa in scena di spettacoli “fantasma” , false attestazioni, costi dichiarati ma mai effettivamente sostenuti, contributi previdenziali non versati, utilizzazione di fatture false.
Sono alcune delle condotte illecite emerse a seguito di due anni di indagini svolte dalla Guardia di Finanza di Palermo che ha scoperto un sistema di frode messo in piedi da imprenditori operanti nel settore artistico, responsabili di una truffa perpetrata ai danni della Regione Siciliana nell’ambito degli interventi di sostegno delle attività teatrali per l’anno 2008.
A seguito delle attività investigative coordinate dai Dott. Daniele Paci e Roberto Tartaglia, Sostituti Procuratori della Procura della Repubblica di Palermo e sviluppate dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza del capoluogo siciliano, sono emerse responsabilità per 72 organismi teatrali, su un totale di 91 posizioni esaminate.
L’indagine, che ha interessato strutture con sede in tutto il territorio regionale, con prevalenza nelle provincie di Catania e Palermo, trae origine da un’attività ispettiva nel cui ambito, nel settembre del 2011, sono stati sottoposti a mirate verifiche soggetti economici aventi titolo a percepire i contributi previsti dalla Legge Regionale n. 25/2007, finalizzati a promuovere lo sviluppo delle attività teatrali ed a favorirne la diffusione, erogati dall’Assessorato Regionale dei Beni Culturali ed Ambientali e della Pubblica Istruzione.
Dopo avere acquisito tutta la documentazione relativa alle istanze presentate dagli organismi teatrali operanti in tutta la Regione per ottenere l’erogazione del contributo, le Fiamme Gialle hanno proceduto ad una attenta disamina del materiale ed a numerosi controlli incrociati presso diversi Enti ed Uffici Pubblici.
Sono in tal modo emersi diversi casi di falsità dei documenti presentati agli Uffici competenti dell’Assessorato Regionale, con particolare riguardo a quelli attestanti i costi asseritamente sostenuti per la realizzazione di rassegne e festival e per la produzione di attività teatrali nel corso del 2008, su tutto il territorio nazionale ed anche all’estero, risultati mancanti delle specificazioni necessarie o addirittura artatamente predisposti e contraffatti.
Fra i casi più significativi emersi nel corso dell’indagine, quello del responsabile di un ente teatrale che, a seguito dell’esclusione al contributo per aver predisposto una “stagione” ritenuta, dai competenti organi della Regione, di “modesto livello”, ha tempestivamente provveduto a procurarsi ed a produrre falsa documentazione attestante l’avvenuta rappresentazione di uno spettacolo a cui avrebbe partecipato un noto artista di fama nazionale, ma che, di fatto, non è mai stata realizzata.
L’ammontare dei fondi pubblici indebitamente percepiti attraverso gli artifici e i raggiri posti in essere dagli indagati, ammonta a un complesso di 2.300.000 euro.
Al termine dell’attività sono state deferite all’Autorità Giudiziaria 72 persone per essersi rese responsabili, a vario titolo, di truffa aggravata ai danni dell’Ente Regione e falso, nei confronti delle quali la Procura della Repubblica di Palermo ha già emesso gli avvisi di conclusione delle indagini, notificati in questi giorni dalla Guardia di Finanza