Home » Tag Archives: roma

Tag Archives: roma

Congresso internazionale ALAI 2016 a Roma il 15 e 16 settembre

Si tiene a Roma il prossimo 15 e 16 settembre 2016 il congresso internazionale di ALAI, l’associazione internazionale che riunisce gli studiosi di diritto d’autore di tutto il mondo.

Di seguito il programma scientifico delle due giornate:

Programma provvisorio del Congresso

Giovedì 15 settembre 2016

08.00 – 09.00 Accoglienza e registrazione dei partecipanti

09.00 – 09.45 Sessione di apertura

Saluti di benvenuto

Frank Gotzen , Presidente ALAI

Stefania Ercolani, Presidente ALAI Italia

Michele Woods, Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale (OMPI/WIPO)

Rappresentante del Governo italiano (TBC)

09.45 – 10.15 Il quadro internazionale della protezione delle arti applicate all’industria mediante il diritto d’autore o altri strumenti giuridici (Convenzione di Berna, Convenzione di Parigi, TRIPs)

Relazione introduttiva Sam Ricketson

10.15 – 10.30 Pausa caffé

10.30 – 13.00 Diritto d’autore e Design: approcci regionali e nazionali (leggi e giurisprudenza)

l’Acquis CommunautaireUma Suthersanen

l’approccio francese: unité de l’artAgnès Tricoire

l’approccio italiano: il valore artistico – Paolo Spada

l’approccio USA: la scindibilità – Jane C. Ginsburg

l’approccio latino-americano – Delia Lipszyc

limiti di diritto d’autore e design: idee, funzionalità, stile e moda – Peter Adamsson, Juan Cordoba

Moderatore Igor Gliha

Discussione plenaria

13.00 – 14.30 Pausa colazione

14.30 – 17.00 Altre forme di protezione delle arti applicate (disegno industriale registrato e non, brevetto, marchio, concorrenza sleale)

Panel : Fernando Carbajo, Simon Clark, Mina Kianfar, Marshall Leaffer, Rosaria Romano, Tatsuhiro Ueno

Moderatore Gustavo Ghidini

Discussione plenaria

Venerdì 16 settembre 2016

09.00 – 11.15 Strategie di business e prospettive per l’industria

In che modo la (in)disponibilità di diverse forme di protezione influisce sulle decisioni di marketing

In che modo la protezione è (in)efficace in caso di violazione dei diritti

Panel Ministero italiano per lo Sviluppo Economico (TBC), Marcella Panucci, Direttore Generale Confindustria, Michael Goldmann, Tony Greenman

Moderatore Jan Rosen

Discussione plenaria

11.15 – 11.30 Pausa caffé

11.30 -12.00 Arti applicate e tecnologia

Relazione introduttiva Pierre Sirinelli

12.00 – 12.45 Opzioni tecnologiche nel campo della riproduzione 3D

Modellazione e stampa 3D (scansioni 3D, fotogrammetria, ecc.); messa a disposizione on-line di modelli 3D e sicurezza dei file (esempi di sotware come Sculpteo, Blender, Autocad, ecc.)

Panel Carla Van Steenbergen (Materialise), Giovanna Talocci (ADI), un artista, un architetto (TBC)

Moderatore (TBC)

12.45 – 14.00 Pausa colazione

14.00 – 15.30 Analisi legale: problemi e soluzioni (parte 1)

Quadro internazionale: differenze di protezione a livello nazionale (diritto d’autore, disegni e modelli, marchi)

Difficoltà relative alle complessità nella catena del valore ed alla varietà delle entità coinvolte (persone fisiche, Fab Lab, piattaforme, produttori di apparecchi di digitalizzazione e stampa e di materiali per la stampa)

Moderatore Mihaly Ficsor

Panel Maria Letizia Bixio, Stefan Martin, Michael Ritscher, Concha Saiz, Benoit Van Asbroeck, Carla Van Steenbergen

15.30 – 15.45 Pausa caffé

15.45 – 17.15 Analisi legale: problemi e soluzioni (parte 2)

Strumenti disponibili/necessari per coprire le tecnologie 3D. Diritti esclusivi vs diritti a remunerazione (compenso per copia privata; reprografia; meccanismi ad hoc; compatibilità con il three step test). Altre forme di protezione della proprietà intellettuale. Misure di protezione tecnologica.

Problemi relativi al brevetto per il disegno industriale e al Gebrauchsmuster

Applicabilità di un meccanismo sui generis di gestione collettiva allo Development & Innovation (brevetti)

Panel Alessandro Cogo, Gaetano Dimita, Anikò Grad-Gyenge, Thierry Maillard, Keita Sato

Moderatore Mihaly Ficsor

Discussione plenaria

17.15 – 17.45 Sessione di chiusura

17.45 – 18.45 Assemblea Generale ALAI

Tutte le informazioni in merito all’evento e all’iscrizione sono disponibile nel sito http://www.alai2016.org/.

Tribunale di Roma: non si posso utilizzare fotografie pubblicate su Facebook senza il consenso dell’autore

La pubblicazione di foto su Facebook nella pagina di chi le ha scattate “non comporta la cessione integrale dei diritti fotografici”. Così ha affermato la IX Sezione, specializzata in materia di impresa, del Tribunale di Roma, che ribadisce l’applicazione delle regole del diritto d’autore anche per le foto pubblicate sul social network.

Secondo il Tribunale, la libertà di utilizzo dei contenuti pubblicati dagli utenti con l’impostazione ‘Pubblica’ “non riguarda infatti i contenuti coperti da diritti di proprietà intellettuale degli utenti, rispetto ai quali l’unica licenza è quella non esclusiva e trasferibile concessa a Facebook”. In base a tale principio l’autore di alcune foto ha ottenuto il risarcimento del danno da parte di un quotidiano che aveva pubblicato le foto stesse senza alcuna autorizzazione.

Il caso nasce dalla pubblicazione di alcune foto nella pagina personale Facebook di un giovane fotografo scattate dallo stesso in una nota discoteca romana. Le foto erano poi apparse, all’insaputa dell’autore, in un quotidiano nazionale a corredo di una serie di articoli giornalistici, relativi al fenomeno della frequentazione dei locali notturni da parte di soggetti di giovane età e, successivamente, riutilizzate anche da alcuni programmi televisivi di rilievo nazionale.

Fonte: Adnkronos

Seminario “Innovazione & Diritto d’Autore, quale futuro?”, Roma, 16 aprile 2015

Il CREDA (Centro Ricerca d’Eccellenza per il Diritto d’Autore), in collaborazione con MIBACT, ASSOMUSICA, AGIS e IAIC, il 16 aprile p.v., alle ore 14.30, presso la sede AGIS – Sala A, via di Villa Patrizi 10, Roma, organizza il Seminario “Innovazione & Diritto d’Autore, quale futuro?”

La costante evoluzione tecnologica nell’uso di Internet non cessa di rivoluzionare i modelli di utilizzo delle opere dell’ingegno, al contempo, ai classici regimi di tutela delle opere garantiti dal diritto d’autore si chiede una sempre maggiore elasticità in considerazione dell’intangibilità dei beni e della digitalizzazione della fruizione.

La velocità di trasferimento dei contenuti in rete, l’accessibilità simultanea, l’assenza di barriere territoriali, sono solo alcune delle peculiarità del Web 2.0, che inducono a un generale ripensamento delle strategie di tutela.

Il seminario si prepone, alla presenza di illustri professori universitari esperti della materia e dei principali rappresentati delle categorie interessate, di fornire gli strumenti per poter accrescere il dibattito raccogliendo le diverse istanze e le criticità provenienti dal mercato nazionale degli operatori e degli intermediari.

L’evento si inquadra nell’ambito della ricerca PRIN, i cui sviluppi possono essere seguiti alla pagina http://www.dimt.it/category/prin/.

L’iscrizione è gratuita ed è subordinata alla capienza della sala per la quale è previsto un numero massimo di 120 partecipanti, pertanto è obbligatoria e deve essere effettuata entro il 15 aprile 2015, scaricando il modulo on line dal sito www.assomusica.org e seguendo le istruzioni ivi riportate.

Le domande verranno accettate fino ad esaurimento posti.

E’ in corso l’accreditamento per la formazione continua degli avvocati.

La partecipazione all’evento consente il riconoscimento di n. 3 crediti formativi.

SEGRETERIA SCIENTIFICA
Dott.ssa Lucia Marchi, MIBACT – CREDA
Avv. Maria Letizia Bixio, MIBACT – CREDA
Dott. Paolo Varriale, ASSOMUSICA

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Serena Ferrari
info@assomusica.org

REALIZZAZIONE E COORDINAMENTO GRAFICO
Caterina Surace, ASSOMUSICA

MODALITA’ D‘ISCRIZIONE
L’iscrizione al seminario è gratuita e subordinata alla capienza della sala per la quale è previsto un numero massimo di 120 partecipanti, pertanto è obbligatoria e deve essere effettuata entro il 15 aprile 2015, scaricando il modulo on line dal sito www.assomusica.org e seguendo le istruzioni riportate.
Le domande verranno accettate fino ad esaurimento posti.
E’ in corso l’accreditamento per la formazione continua degli avvocati.
Per raggiungere l’Agis con i mezzi pubblici, dalla stazione Termini prendere la metro B e scendere alla fermata Castro Pretorio e proseguire a piedi per 500 metri.

Giovedì 5 marzo a Roma secondo appuntamento con gli Stati Generali dell’Autore,

Qual è il punto di vista dell’autore sul sistema televisivo italiano? Quali competenze e professionalità deve avere per operare nella tv della convergenza? Quale ruolo hanno oggi i nuovi linguaggi e la creatività nel mestiere di autore televisivo?

Questi interrogativi saranno al centro del secondo appuntamento realizzato nell’ambito della Terza Edizione degli Stati Generali dell’Autore, dal titolo “Da un’idea di…La Tv degli Autori e i nuovi linguaggi della scrittura”, promosso dalla FUIS (Federazione Unitaria Italiana Scrittori), in programma per giovedì 5 marzo, 10,00 – 17,00, presso il Centro Congressi d’Ateneo, Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale Sapienza Università di Roma.

La questione dell’autorialità televisiva è un tema che ha impegnato per anni i critici, gli studiosi del settore e le stesse professionalità. Oggi l’idea dell’autore televisivo sembra essere ormai un concetto acquisito ma ancora non sono ben chiari i limiti e le caratteristiche che questo tipo di autorialità porta con sé. Pertanto, diventa necessario domandarsi, alla luce della centralità del contenuto creativo televisivo e dell’urgenza di innovare linguaggi e formati, cosa significa, nel nuovo paesaggio mediale, scrivere per la televisione e, soprattutto, come è cambiato il ruolo degli autori.

La giornata di studio, con il coinvolgimento di autori, studiosi e interlocutori istituzionali, tratterà i cambiamenti e le prospettive della figura dell’autore ai tempi della televisione 2.0 e sul nuovo ruolo dei creatori di contenuti creativi nell’epoca della social e connected tv. L’intento, in primo luogo, è quello di interrogarsi sui cambiamenti dei contenuti, dei palinsesti, delle leggi sugli ascolti.

In secondo luogo, si vogliono formulare una serie di proposte da sottoporre a soggetti politici ed istituzionali nelle quali si sottolinei il potenziale qualitativo dell’autorialità televisiva.

L’evento sarà trasmesso interamente in live streaming sul sito della FUIS (http://www.fuis.it/) e su twitter seguendo l’hashtag #statiautore.

Università degli Studi Niccolò Cusano di Roma: Master su proprietà intellettuale e diritto d’autore

L’Università degli Studi Niccolò Cusano di Roma attiva il Master di I livello in “Tutela della proprietà intellettuale: il diritto d’autore nell’era della tecnologia telematica“, patrocinato dalla Società Italiana degli Autori ed Editori ed afferente alla Facoltà di Giurisprudenza per l’Anno Accademico 2014/2015.

Il Master si propone innanzitutto di fornire le chiavi interpretative per la risoluzione dei problemi riguardanti il diritto d’autore e il copyright in generale mediante lo studio della normativa del settore, anche trasferendo agli studenti il “know how” acquisito negli anni dai docenti nell’attività di intermediazione tra autori ed utilizzatori. Il percorso didattico consente inoltre l’approfondimento delle tematiche inerenti l’esigenza per ogni impresa di valorizzazione dei propri “asset” immateriali, sempre più rilevanti nell’ambito del patrimonio aziendale.

Il Master si rivolge in particolar modo a neolaureati in discipline economico-giuridiche e umanistiche, nonché ad operatori del diritto, appartenenti alle forze di polizia o organizzatori qualificati nei settori della cultura, dell’intrattenimento e dello spettacolo. Le lezioni si svolgeranno in modalità e-learning con piattaforma accessibile 24 ore su 24. Il termine ultimo per la raccolta delle iscrizioni è il 28 febbraio 2015 (salvo eventuali proroghe).

Per maggiori informazioni:
http://www.unicusano.it/universita/master-area-economico-giuridica/

Festa Speciale del Mei dei 20 anni dal 6 all’8 febbraio a Roma: l’8 febbraio gli Stati Generali della Nuova Musica in Italia

Nel corso della manifestazione “I Premi degli Indipendenti – Roma Caput Indie”, che si svolgerà a roma dal 6 all’8 febbraio, domenica 8 febbraio sarà dedicata agli Stati Generali della Nuova Musica: dodici tavoli che discutono di musica con le conclusioni finali da parte dell’Intergruppo Parlamentare per la Musica

Ecco tutto il programma: http://www.meiweb.it/i-premi-degli-indipendenti-roma-caput-indie-il-programma-dal-6-all8-febbraio

Più libri più liberi: il 4 dicembre a Roma la presentazione dell’indagine Nielsen sul mercato della piccola e media editoria, a confronto con l’andamento generale del mercato 2014

Migliora il trend del mercato complessivo del libro di carta nel 2014, anche se il segno resta meno. A fine ottobre si registra infatti un -4.6% di fatturato (circa 43milioni di euro in meno rispetto allo stesso periodo del 2013 nei canali trade, cioè librerie, online, grande distribuzione – sono esclusi gli ebook): è ancora un segno meno, certo, ma, grazie alla timida ripresa estiva, in leggero recupero rispetto al -5.3% dei primi tre mesi dell’anno. Le copie di libri di carta venduti nei primi dieci mesi del 2014 segnano invece un -7.1% (pari a circa 5.5milioni di copie vendute in meno rispetto allo stesso periodo del 2013).

E’ una prima evidenza dall’indagine Nielsen, che sarà presentata alla Fiera nazionale della piccola e media editoria Più libri più liberi (Roma, 4 -8 dicembre) nell’ambito dell’incontro organizzato dall’Associazione Italiana Editori (AIE) Il mercato della piccola editoria nel 2014, in programma giovedì 4 dicembre alle 16 nella Sala Smeraldo del Palazzo dei Congressi dell’EUR a Roma.

La ricerca – condotta da Nielsen su un campione omogeneo di circa 400 editori espositori di Più libri più liberi, a confronto con l’andamento più generale dei canali trade – sarà la base per fornire una prima fotografia del mercato del libro della piccola e media editoria. Interverranno, moderati da Giovanni Peresson (Ufficio studi AIE), Marco Polillo (presidente AIE), Monica Manzotti (Nielsen) e Alice Di Stefano (Fazi Editori).

Seguirà, alle 18, sempre in Sala Smeraldo, l’incontro Apocalittici o disintegrati? in cui – a partire da un’indagine economica sulla piccola editoria a cura di AIE, punteggiata non solo di segni meno – si confronteranno editori e politici. Interverranno Antonio Monaco (Presidente Gruppo piccoli editori AIE), Antonio Palmieri (Commissione Cultura – Camera dei deputati), Giovanni Peresson (Ufficio Studi AIE), Flavia Piccoli Nardelli (Vicepresidente Commissione Cultura – Camera dei deputati), moderati da Fabio Del Giudice (Relazioni Istituzionali AIE).

I segni meno non bastano infatti a raccontare la piccola e media editoria. Proprio per dare un segnale positivo, ad aprire la giornata inaugurale della Fiera sarà l’incontro La cucina dell’editore. Ripartire da un’eccellenza italiana? in programma alle 15, sempre in Sala Smeraldo: un dialogo tra responsabili dei canali di vendita ed editori che metterà a nudo, in previsione di Expo2015 e dati AIE alla mano, i punti di forza di questo mercato. I libri di food rappresentano oggi il 15,5% della produzione di manualistica, in crescita del 22,6% dal 2010. Interverranno Roberto Da Re Giustiniani (Kellerman Editore), Antonio Monaco (Edizioni Sonda), Anna Prandoni (Cucina Italiana), moderati da Giovanni Peresson (Ufficio studi AIE).

Più libri più liberi: il programma dell’evento al Palazzo dei Congressi (Roma), 4-8 dicembre 2014

Appuntamento consolidato nella mappa degli eventi culturali italiani – momento di riflessione sull’anno che va a concludersi e rampa di lancio per l’imminente stagione natalizia – la Fiera nazionale della piccola e media editoria quest’anno sfida la crisi aggiungendo un giorno al suo programma e proponendo un cartellone ricco di conferme e novità. Come sempre saranno centinaia di ospiti ed espositori che testimonieranno l’intraprendenza e la vivacità di un segmento chiave dell’editoria italiana, che il Presidente del Senato Pietro Grasso ha definito “simbolo di un’imprenditoria che sa difendere la propria indipendenza culturale ed economica”. Promossa e organizzata dall’Associazione Italiana Editori, la Fiera torna dunque a proporre una panoramica completa e variegata su tutte le realtà nazionali che si avventurano nelle rotte meno battute dal mainstream e dai grandi marchi, portando alla luce nuovi talenti e futuri bestseller, stuzzicando la curiosità del lettore e alimentando la diversità culturale del paese. Con un’offerta sempre più apprezzata dal pubblico, come dimostra la regolare crescita di presenze a Più libri più liberi (54.000 visitatori nella scorsa edizione).

Nel 2014 si rafforza la partecipazione di ospiti internazionali: scrittori provenienti sia da paesi già conosciuti per la produzione letteraria (Francia, Spagna, Stati Uniti), che da territori ancora in buona parte inesplorati (Croazia, Uruguay). Grandi narratori (come lo svedese Björn Larsson, Céline Minard, vincitrice del Prix du Livre Inter, l’americano Percival Everett), fondatori di organizzazioni come Médecins sans frontières (Jean-Christophe Rufin) e testimoni di un presente tormentato (l’ucraino Andrei Kurkov): mai come quest’anno l’elenco spazia per estensione geografica e per trasversalità culturale e viene rafforzato dalla conferma della partnership con il prestigioso premio transalpino Prix Goncourt. L’espansione della presenza di autori stranieri non riduce tuttavia quella dei protagonisti della narrativa e della saggistica nazionale, con ampio spazio anche ai fumetti (con Zerocalcare, Gipi e Makkox) e ai libri e sport cui sono dedicati numerosi incontri e una speciale programmazione quotidiana in Fiera. A Roma sono attesi romanzieri e poeti, giornalisti e fumettisti, attori e musicisti, ma anche politici, magistrati, sindacalisti, imprenditori, a testimonianza non solo della vivacità culturale del momento storico in Italia ma anche di un approccio che – rispettando preferenze e abitudini del pubblico – si propone in perfetto equilibrio tra fiction e saggistica, narrazioni di fantasia e racconto della realtà. A Più libri più liberi gli appuntamenti sono diverse centinaia e si declinano nella ormai tradizionale varietà di formati: presentazioni, incontri, dialoghi, tavole rotonde, reading, approfondimenti.

Come sempre Più libri più liberi rivolge particolare attenzione anche al mondo professionale, confermando la sua natura di laboratorio per i piccoli e medi editori, a partire dalla fotografia del mercato editoriale con i dati di Nielsen e dell’Ufficio studi AIE sugli economics della piccola editoria. E-commerce, internazionalizzazione, visibilità su internet, settori emergenti e nuovi mercati per i piccoli editori: ben 13 appuntamenti, con esperti autorevoli come Martin Angioni, Andrea Boscaro, Luisa Finocchi, Davide Giansoldati, Mauro Zerbini, rivolti al pubblico dei piccoli editori, ai professionisti del libro e agli operatori del settore. E ancora approfondimenti sulla politica del libro, con esponenti come Mario Giro, Giancarlo Giordano, Antonio Palmieri e Flavia Piccoli Nardelli.

Da sempre molto stretto, il rapporto tra la Fiera e il territorio locale si consolida ulteriormente nel 2014 attraverso una serie di eventi – realizzati da Più libri più liberi con Carta Giovani e CTS grazie al contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Regione Lazio – che precedono o si svolgono in concomitanza con la Fiera: si tratta di Più libri più storie (una serie di incontri in programma da venerdì 21 novembre a mercoledì 3 dicembre pensati per le scuole e per le università del territorio), di Più libri più idee (un progetto promosso da AIE al centro di quattro approfondimenti in altrettanti atenei romani e, per la prima volta,in due poli universitari del Lazio con incontri e seminari dedicati al marketing editoriale, alla transmedialità e alle nuove professioni nell’editoria) e del ciclo di incontri organizzati dalla Regione Lazio e condotti dall’Assessore alla Cultura e Politiche Giovanili Lidia Ravera durante la Fiera.

Il territorio urbano è coinvolto quest’anno in progetti innovativi come la realizzazione di un murale nella stazione della metropolitana di Rebibbia da parte del fumettista Zerocalcare (in collaborazione con ATAC), che quello regionale, attraverso le tante iniziative organizzate nelle varie province – anche nelle settimane precedenti alla Fiera – con il sostegno della Regione Lazio.

Confermato è anche il coinvolgimento diretto degli istituti scolastici – già elemento forte delle precedenti edizioni – attraverso una serie di percorsi dedicati agli studenti come Più libri junior, con il gioco letterario E pur si muove! (che culmina nella pubblicazione di un libro presentato in Fiera il 6 dicembre) e Più libri più grandi, il progetto che la Fiera dedica ormai da tre anni alle scuole (realizzato in collaborazione con l’Istituzione Biblioteche di Roma).

Ad arricchire ulteriormente il programma sono le partnership con importanti realtà editoriali e culturali italiane: quella con il Gruppo Espresso prevede la partecipazione e il coinvolgimento diretto di giornalisti di Repubblica (come un incontro con Carlo Bonini e Lirio Abbate sul giornalismo d’inchiesta e uno con Jaime D’Alessandro sulle App della narrazione), Repubblica.it (Angelo Melone incontra gli studenti per parlare del nuovo sito Repubblica@scuola) e l’Espresso (con un ciclo di incontri sull’attualità condotti da Luigi Vicinanza, Gigi Riva, Marco Damilano, Leopoldo Fabiani). La RAI – Radio Televisione Italiana per la prima volta è partner di contenuto e presente in Fiera con la postazione Teche teche te, dove è possibile vedere il filmato “Scrittori in Tv”, parte del prezioso patrimonio culturale contenuto nei suoi archivi.

Quest’anno Più libri più liberi ha inoltre stipulato una convenzione con il servizio di car sharing car2go che prevede agevolazioni per i visitatori e per gli espositori. Si conferma infine la partnership con Italo Treno: il pubblico e gli espositori di Più libri più liberi possono raggiungere la Fiera a prezzo scontato. Maggiori informazioni su www.plpl.it

Più libri più liberi è organizzato dall’Associazione Italiana Editori (AIE) con il sostegno di: Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Centro per il Libro e la Lettura, Regione Lazio, Roma Capitale – Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica, Camera di Commercio di Roma, ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, con il patrocinio di Provincia di Roma e in collaborazione con: Biblioteche di Roma, l’azienda per i trasporti capitolina, Atac e Lottomatica. Media partner: Rai, la Repubblica, Repubblica.it, Gruppo Espresso e Radio 3 Fahrenheit.

Più libri più liberi è anche sul Web: sul sito ufficiale www.plpl.it sono disponibili il programma della fiera, aggiornamenti, novità e i collegamenti diretti ai profili social su Facebook, Twitter (hashtag #PiuLibri14), Instagram, Flickr e YouTube.

“Le nuove frontiere dell’innovazione tra diritto d’autore e brevetto”: video, audio e materiali del convegno del 29 ottobre

Sono disponibili online i video, gli audio e le slide di “Le nuove frontiere dell’innovazione tra diritto d’autore e brevetto”, convegno che ha avuto luogo nella giornata di mercoledì 29 ottobre 2014, a Roma, e organizzato dalla sinergica collaborazione tra la Direzione Generale per le Biblioteche, gli Istituti Culturali e il Diritto d’Autore del MiBACT e l’Università Europea di Roma, attraverso il Centro di Ricerca d’eccellenza per il Diritto d’Autore (CREDA).

L’evento, inserito tra le iniziative del Semestre di Presidenza italiana del Consiglio UE, ha avuto l’intento di dare alcune risposte concrete alle molte sfide da affrontare in ambito di tutela e sviluppo della proprietà intellettuale.

Per i materiali audiovisivi:
http://www.dimt.it/2014/11/17/le-nuove-frontiere-dellinnovazione-tra-diritto-dautore-e-brevetto-video-audio-e-materiali-del-convegno-del-29-ottobre/

Convegno “Infrastrutture di ricerca e infrastrutture digitali”, Roma, 13 e 14 novembre 2014

Si svolgerà il 13 e 14 novembre prossimo a Roma, presso la Biblioteca Nazionale Centrale la conferenza internazionale il convegno “INFRASTRUTTURE DI RICERCA E INFRASTRUTTURE DIGITALI” che ha l’obiettivo di analizzare come la collaborazione avviata tra i fornitori di Infrastrutture digitali e le Infrastrutture di ricerca, operanti nel settore dei Beni Culturali possa rispondere alle sfide globali attraverso una maggiore integrazione delle infrastrutture di dati e nuove metodologie di ricerca nel campo del patrimonio culturale.

L’ evento, curato dall’Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane, è organizzato in collaborazione con la Commissione Europea e il progetto europeo ARIADNE, che sta realizzando l’infrastruttura di ricerca europea per l’archeologia ed è inserito nel programma ufficiale del Semestre di Presidenza Italiano.

Verrà fornita una panoramica dei principali aspetti strategici, scientifici e organizzativi collegati allo sviluppo di comunità multidisciplinari virtuali di ricercatori e esperti del patrimonio culturale, analizzando le potenzialità e i servizi offerti dalle
Infrastrutture digitali per rafforzare la cooperazione internazionale della ricerca con una visione aperta e interdisciplinare.

La prospettiva che si apre con l’iniziativa europea Horizon 2020, è infatti il potenziamento della collaborazione tra infrastrutture di ricerca e fornitori di Infrastrutture digitali per promuovere una maggiore efficienza e produttività della ricerca grazie ad un sistema di accesso affidabile che permetta in maniera semplice l’individuazione e riutilizzo dei dati.

Il programma della conferenza presenta una sessione di apertura con le considerazioni politiche, una sessione che introduce i servizi offerti dalle Infrastrutture digitali e alcuni aspetti organizzativi per la cooperazione internazionale della ricerca e una sessione in cui saranno presentate le più importanti infrastrutture di ricerca operanti nel settore dei beni culturali, delle arti e delle scienze umane .

Il Semestre di Presidenza Italiana rappresenta un’occasione strategica per proporre un piano di lavoro condiviso a livello europeo per lo sviluppo di comunità di ricerca multidisciplinari che attraverso le infrastrutture digitali e i servizi connessi potranno migliorare la cooperazione internazionale e mettere a punto metodologie di ricerca innovative nel campo del patrimonio culturale digitale.

La partecipazione alla conferenza è libera, previa registrazione on-line, è prevista la traduzione simultanea inglese/italiano.

Per ulteriori informazioni, per consultare il programma e registrarsi si veda il sito web http://www.otebac.it/internationalconference/

Tribunale di Roma: ordinanza sul valore artistico del design industriale

Un’opera deve essere tutelata sotto il profilo della proprietà intellettuale di chi l’ha creata, anche se è stata concepita per essere riprodotta in serie e venduta sul mercato, poiché il design industriale non è scultura e ha caratteristiche autonome rispetto ad altre opere d’arte “tradizionali“.

Così ha deciso il Tribunale di Roma con l’ordinanza 16642/14, accogliendo la richiesta di sequestro e di inibire la vendita di due esemplari di tavolo, copie esatte di due modelli appartenenti alla collezione “Goutte d’Eau” del noto artista belga Ado Chale, difeso dallo Studio Trevisan&Cuonzo.

Per maggiori informazioni:

Il Sole 24 Ore

Roma: convegno “Gestione del Diritto d’Autore nella Filiera Digitale” il prossimo 26 giugno 2014

Con la nascita di nuove forme di fruizione di un prodotto audiovisivo, e il conseguente rapido avvento di un mercato unico digitale, l’industria audiovisiva è costretta a rivedere i parametri e le procedure che hanno regolato la filiera sinora.

Giovedì 26 giugno 2014, presso la Casa del Cinema di Roma, organizzato da ISAN Italia, si terrà il convegno internazionale, “GESTIONE DEL DIRITTO D’AUTORE NELLA FILIERA DIGITALE” in cui sono previsti illustri Relatori Istituzionali nonché Internazionali, tra i quali anticipiamo: Nicola Borrelli (Direttore Generale Cinema MiBACT), Idzard van der Puyel (Segretario Generale PROCIREP/ANGOA/EUROCOPYA), Federico Scardamaglia (Amministratore Delegato di ISAN Italia), Helena Segersten (Direttore Sviluppo Tecnologico IDA – International Documentation on Audiovisual works), Giorgio Assumma (Presidente Istituto Giuridico dello Spettacolo e dell’Informazione). Aprirà il convegno il Presidente di ISAN Italia Adriano De Micheli.

ISAN ITALIA, nasce dalla sinergia di ANICA e APT, in compartecipazione con la SIAE, che al pari di altre società europee per la gestione dei diritti d’autore, auspica e promuove il processo di codifica delle opere audiovisive.
http://cinemaitaliano.info/news/24219/a-roma-il-convegno-gestione-del-diritto-d.html

Roma: III° Convegno Italo-francese sulla Proprietà Intellettuale “Le opere derivate ed i brevetti indipendenti” il 13 giugno 2014

III° CONVEGNO ITALO-FRANCESE SULLA PROPRIETA’ INTELLETTUALE

Le opere derivate ed i brevetti dipendenti

Venerdì 13 giugno 2014, ore 15:00
LUISS Guido Carli
Aula Giovanni Nocco – Via Parenzo, 11 – Roma

ORE 14:45
Indirizzo di saluto
Antonio Nuzzo, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza LUISS Guido Carli

Introduce e coordina
Gustavo Olivieri, LUISS Guido Carli

I. Le opere derivate
Ore 15:00
André Lucas, Université de Nantes
L’eccezione di uso “trasformativo”di un’opera nel diritto d’autore

15:30
Gustavo Ghidini ed Eleonora Sbarbaro, LUISS Guido Carli
I derivati culturali

16:00
Carine Bernault, Université de Nantes
Il sequel nelle opere audiovisive

16:30 Coffee break

II. I brevetti dipendenti

Ore 17:00
Jean-Pierre Clavier , Université de Nantes
Le creazioni industriali dipendenti nel diritto francese

17:30
Rosaria Romano, Università G. d’Annunzio Chieti-Pescara
L’innovazione tecnologica dipendente

18:00
Valeria Falce, Università europea di Roma
Segreto industriale, opere derivate e brevetti dipendenti

Interventi programmati
Giulia Cortesi, Avvocato dell’ordine di Roma e di Parigi
Pietro Ilardi e Sandra Latocca, Avvocati dell’ordine di Roma

Info
Giulia Cortesi
cortesi.giulia@gmail.com

Si prega di confermare la partecipazione all’indirizzo e-mail osservatorioproprietaintellett@luiss.it

“La cultura nuoce gravemente al degrado”: Daniela Poggi, Lorenzo Lavia e Maurizio Mattioli per il secondo appuntamento con gli spettacoli di NUOVOIMAIE e I Municipio domani 7 giugno a Roma

Sabato 7 giugno alle ore 21 in Piazza dei Renzi NUOVOIMAIE, la collecting per la tutela dei diritti di Artisti Interpreti Esecutori, insieme al I Municipio del Comune di Roma, presenta il secondo appuntamento “La cultura nuoce gravemente al degrado”, la rassegna di spettacoli gratuiti contro la movida violenta.

Sabato sera sul palco si alterneranno gli attori Daniela Poggi e Lorenzo Lavia, il gruppo Musica dal Sud e il comico Marco Tana. Ospite della serata Maurizio Mattioli. Teatro, musica e cabaret per una serata dedicata alla creatività e alla promozione della cultura come antidoto all’abbandono.

“Oggi la cultura è il solo strumento per combattere qualunque tipo di degrado. Ambientale e morale” dice Daniela Poggi che porterà in scena un testo di Lia Levi e alcuni passaggi tratti dall’opera di Hannah Arendt e Gandhi. Per Lorenzo Lavia al centro dell’iniziativa “Far tornare i quartieri a vivere, attraverso la cultura, la musica e la poesia”. L’attore romano doc che durante la serata regalerà al pubblico alcune letture tratte dall’opera di Pasolini sottolinea poi come questo genere di eventi siano importanti “per tornare a sentirsi protagonisti della nostra città”.

Ancora una volta NUOVOIMAIE con “La cultura nuoce gravemente al degrado” è a fianco del Comune di Roma per promuovere la cultura della legalità attraverso la valorizzazione della creatività e dell’arte.

Roma: iniziativa del I Municipio e del NUOVOIMAIE contro la violenza, per la legalità in favore della cultura e della creatività.

NUOVOIMAIE, la collecting per la tutela dei diritti di Artisti Interpreti Esecutori, su invito del I Municipio collabora alla campagna di sensibilizzazione contro la movida violenta “La cultura nuoce gravemente al degrado“, con sei spettacoli gratuiti per sei sabati consecutivi.

Protagonisti dell’iniziativa la cultura e la creatività come antidoti naturali al degrado urbano e sociale. Tanti gli artisti romani e non che si alterneranno nelle principali piazze del I Municipio. Gli attori: Massimo Dapporto, Maurizio Mattioli, Debora Caprioglio, Daniela Poggi, Lorenzo Lavia, Susanna Marcomeni, Gianguido Baldi, Lunetta Savino, Paolo Bessegato, Antonio Catania, Marina Giulia Cavalli, Benedetta Ponticelli. Tra i comici: Oscar Biglia, Pietro Sparacino, Marco Tana, Gianluca Giulianelli, i Sequestrattori, Andrea e Simone. Tanti anche i musicisti e i gruppi musicali, tra cui Massimo Di Cataldo, Maurizio Fortini e i Musici Romani, Musica dal Sud, Batucada Trio, Musica dal Mondo, Franco Bolignari Quintett.

Il rispetto della creatività e della legalità sono tra le linee guida dell’Istituto. “Noi artisti del NUOVOIMAIE ci impegniamo a diffondere la cultura musicale e cinematografica italiana, a promuovere la ricerca, lo studio e la conoscenza a fianco delle istituzioni” dice Franco Trevisi portavoce dell’iniziativa e membro del C.d.A. di NUOVOIMAIE e continua “questi spettacoli sono un’occasione di crescita e condivisione, la cultura e l’intrattenimento vanno valorizzati all’interno di un quadro legislativo che incentivi la produzione e ne tuteli la circolazione“.

Le prossime serate saranno il 31 maggio a Piazza Scala, il 7 giugno a Piazza Dei Renzi, il 14 giugno a Piazza Tavani Arquati, il 21 giugno a Piazza San Callisto, il 28 Giugno sempre a Piazza Tavani Arquati.

NUOVOIMAIE è al fianco del Comune di Roma I Municipio per proporre musica, poesia, letteratura come antidoti alla violenza. “Impariamo a ubriacarci di cultura. Lontani dalla violenza, vicini alla legalità” continua Trevisi e conclude “la cultura è la nostra memoria, la nostra identità fatta di persone, immagini, colori, suoni e valori irrinunciabili. Difendiamo la cultura come strumento di aggregazione sociale che riporti la gente a circolare nelle nostre piazze“.

Roma: seminario “WIPO Services and Initiatives” il prossimo 6 maggio

In occasione della celebrazione della Giornata Mondiale della Proprietà Industriale, si terrà il 6 maggio 2014 a Roma, presso l’Unioncamere, il seminario “WIPO Services and Initiatives” organizzato dalla Organizzazione Mondiale per la proprietà intellettuale (WIPO), in collaborazione con l’UIBM.

L’evento è a partecipazione gratuita e sarà disponibile un servizio di interpretariato italiano/inglese.

E’ gradita la preventiva registrazione tramite la “scheda di registrazione” scaricabile al seguente indirizzo:
http://www.uibm.gov.it/index.php/roma-giornata-mondiale-della-proprieta-industriale-seminario-dal-titolo-wipo-services-and-initiatives

Il programma:
http://www.uibm.gov.it/attachments/article/2007523/Programma%206%20maggio%202014.pdf

Ciclo di corsi sul funzionamento dell’industria che produce libri e film (Roma, marzo e aprile 2014)

“Creare cultura: come funziona l’industria che produce libri e film”: nasce come progetto congiunto del Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell’informazione, della comunicazione e dell’editoria dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e dell’Associazione Italiana Editori (AIE) il decimo Seminario del Corso. Quattro giornate di studio e lavoro aperte agli studenti di tutte le università – in programma nella Macroarea di Lettere e Filosofia (via Columbia, 1 – Edificio B, Roma) per il 28 marzo, 2 aprile, 9 aprile, 16 aprile – per ragionare sul tema dell’impresa culturale, considerata dal punto di vista di coloro che sono quotidianamente coinvolti nella produzione di cultura, intesa come attività economica, che genera ricchezza e posti di lavoro.

Due i modelli di business che saranno indagati, editoria e cinema, con l’obiettivo di mettere a confronto le due maggiori industrie culturali del Paese, evidenziandone differenze e similitudini. L’obiettivo è fornire ai partecipanti una chiave di lettura economica delle nozioni e dei fenomeni studiati nel loro percorso formativo, nella prospettiva di un inserimento professionale consapevole e produttivo nei vari ambiti del settore. Al centro dei quattro appuntamenti e dei relativi momenti di approfondimento saranno gli Scenari economici e di lettura dell’editoria in Italia (28 marzo), l’Impresa editoriale: modelli di business e catena del valore ovvero tutto quello che succede a un libro prima (e dopo) l’arrivo in libreria (2 aprile), La settima musa all’esame di economia: il cinema italiano raccontato da chi lo produce, dalla scelta del soggetto alle nuove forme (legali) di distribuzione (9 aprile), Valorizzare e progettare il diritto d’autore ovvero come tutelare i posti di lavoro di chi vuole creare cultura (16 aprile).

Per partecipare è necessario inviare una mail a vannucchi@lettere.uniroma2.it entro il 21 marzo.

Tre giorni di corso AIE a Roma (13– 15 marzo) per diventare editori: un’introduzione sempre più necessaria per far fronte al cambiamento

Per chi vuol fare l’editore partire con il piede giusto è sempre più determinante. Nel mondo dei libri stanno cambiando tutti i paradigmi su cui si fonda il mestiere e il lavoro dell’editore, ma un dato rimane certo: sono in tanti a improvvisarsi editori, sono in pochi ad andare avanti. La funzione e il ruolo editoriale continueranno ad avere un senso e un significato solo in un contesto di riferimento radicalmente nuovo: cambiano i generi e le forme del libro, le tecnologie, la distribuzione sia di carta che digitale, i modelli di budget. Non ultimo, il nuovo editore deve immaginarsi fin da subito con un mercato di riferimento sia domestico sia internazionale.

Per questo, per tutti coloro che desiderano avviare una casa editrice o stanno muovendo i primi passi nel settore editoriale l’Associazione Italiana Editori (AIE) organizza il corso “Come diventare editori”: tre giorni di full immersion, in programma a Roma da giovedì 13 a sabato 15 marzo, per garantire lunga vita a tutti coloro che desiderano avviare una casa editrice o stanno muovendo i primi passi nel settore editoriale. Le iscrizioni chiudono il 6 marzo.

Il corso – a pagamento – si rivolge sia a chi sta progettando l’avvio di un’attività imprenditoriale e ha necessità di disporre di elementi di verifica per il suo progetto, che a tutte le microimprese che negli anni scorsi si sono affacciate al mercato, ma avvertono la necessità di ripensarsi. Sarà tenuto da Giovanni Peresson (Ufficio studi AIE, Scuola librai Umberto ed Elisabetta Mauri) e Gianmarco Senatore (Ufficio AIE di consulenza legale ai soci).

Tutte le informazioni sul programma e le modalità di iscrizione sono riportate sul sito www.formedi.it alla pagina “Come diventare editori

Altalex: Master in diritto dello spettacolo a Roma a partire dal 21 febbraio 2014

Altalex, In collaborazione con lo Studio legale d’Ammassa & Associati e DDA Studio legale, organizza a Roma, dal 21 febbraio al 15 marzo 2014, il Master in diritto dello spettacolo.

Il master vuole affrontare in forma specifica le principali questioni giuridiche attinenti la tutela delle opere dell’ingegno destinate allo spettacolo, con particolare attenzione alle problematiche di carattere pratico che caratterizzano la materia, ed è rivolto a coloro che svolgono la propria attività professionale nel mondo dello spettacolo, sia da un punto di vista giuridico, sia operativo (avvocati, praticanti, manager e impiegati di società di spettacolo, società editoriali e discografiche, compagnie teatrali e società cinematografiche).

L’obiettivo del master è quello di fornire ai partecipanti le necessarie conoscenze giuridiche di base che permettano loro di operare con efficienza nei rispettivi ambiti di competenza.

Particolare attenzione sarà dedicata alla contrattualistica del settore, strumento attraverso il quale le opere dell’ingegno sono oggetto di sfruttamento nel mondo dello spettacolo, alle utilizzazioni favorite dalle nuove tecnologie e alla previdenza nello spettacolo dal vivo e in sala di incisione.

In considerazione, inoltre, del profondo cambiamento indotto dalla rivoluzione digitale alle modalità di fruizione, in particolare di alcune tipologie di opere dell’ingegno (musica e video), saranno esaminate le nuove tematiche afferenti la disciplina del diritto d’autore digitale (quali le licenze di diritto d’autore Creative Commons) e le forme di espressione dello spettacolo on line, nonchè i rapporti con le società di gestione collettiva dei diritti d’autore e dei diritti connessi (SIAE, IMAIE, SCF). Al termine del corso è prevista una lezione di incontro con un professionista del settore dello spettacolo e un test di verifica del proprio grado di apprendimento.

Il COORDINAMENTO SCIENTIFICO è a cura dell’Avv. Deborah De Angelis e dell’Avv. Andrea Marco Ricci. Il COORDINAMENTO ESECUTIVO è dell’Avv. Raffaella Pellegrino.

I relatori sono: Avv. Deborah De Angelis, Avv. Leonardo Paulillo, Avv. Raffaella Pellegrino, Avv. Andrea M. Ricci Ph.D., Dott. Giovanni Scoz, Avv. Gianpietro Quiriconi, Avv. Manlio Mallia

Per maggiori informazioni:
shop.altalex.com/index.php/master-diritto-spettacolo.html?idnot=55593