Home » Tag Archives: musica

Tag Archives: musica

Inizia a Milano Linecheck Music and Meeting Festival 2018

Inizia oggi (22/11) fino a sabato (24/11), a BASE (via Bergognone, 34) a Milano, la quarta edizione di Linecheck Music and Meeting Festival, uno dei più importanti conference e music festival d’Italia.

Conferenze, workshop, interviste e concerti si susseguiranno in una tre giorni dedicata alla musica e all’industria musicale italiana e internazionale. Agenti, artisti, case discografiche, festival, giornalisti e promoter da tutto il mondo faranno ‘base’ nei prossimi giorni a Linecheck 2018.

Sei un artista o lavori nel mondo della musica? Questo è l’evento a cui partecipare.

Qui trovi i biglietti.

Qui invece trovi il programma completo.

La redazione

Creators Conference: sinergia e creatività in Serbia

Si è tenuta a Belgrado il 19 settembre scorso l’annuale appuntamento della Creators Conference. Il focus di quest’anno ha riguardato la “Musica serba e programmi europei innovativi di sinergia Creatività e impresa”, e ha permesso di fare il punto sulla situazione del settore musicale in Serbia, sulle diverse strategie del turismo musicale e sullo sviluppo delle industrie creative.

Il tema generale dei discorsi di benvenuto è stata l’importanza di avere progetti culturali europei in Serbia per rafforzare gli scambi e la collaborazione tra le diverse culture.

E’ stato Antun Tomislav Šaban, segretario generale della “Croatian Composers’ Society“, vicepresidente dell’ECSA (presente il presidente Alfons Karabuda), compositore e direttore d’orchestra, a descrivere come le parti interessate del settore creativo in Croazia si siano unite con successo per avere una voce più forte quando hanno affrontato il governo croato per difendere politiche che aiuterebbero a far crescere il settore.
Ha poi identificato la più grande sfida nel raggiungere altri ministeri rispetto a quello responsabile della cultura, precisando che misure efficaci per migliorare il clima per le industrie creative dovrebbero essere implementate orizzontalmente, prendendo in considerazione molto di più delle sole politiche culturali, come per esempio l’analisi delle politiche fiscali.

Ana Ilić, Consulente del Primo Ministro della Serbia per le industrie digitali e creative, il cinema e il turismo, ha spiegato che il suo lavoro è stato reso più facile dal momento in cui lo sviluppo delle industrie creative è diventato uno degli obiettivi principali del programma del Primo Ministro Ana Brnabić.

Tutti gli oratori hanno concordato sul fatto che le strategie turistiche di successo devono basarsi sull’autenticità della cultura e della storia locale, approcciando anche nuove sfide che riguarderanno la commercializzazione del gusto musicale, i nuovi mezzi digitali di distribuzione della musica e i recenti cambiamenti nella legge sul copyright in Serbia.

La redazione

FIM 2018 sbarca a Milano

FIM Fiera internazionale della Musica
……………………………………………………………….
31 Maggio / 03 Giugno 2018
Piazza Città di Lombardia / MILANO
……………………………………………………………….

INGRESSO LIBERO

La sesta edizione della più innovativa fiera italiana della musica è dedicata ai professionisti del futuro

La sesta edizione del FIM si terrà da giovedì 31 maggio a domenica 3 giugno 2018 presso la suggestiva Piazza Città di Lombardia, la piazza coperta più grande d’Europa, situata al centro del nuovo palazzo della Regione Lombardia a Milano. Organizzato da Maia in collaborazione con BigBox, L’Alveare, il Conservatorio di Milano e altre importanti realtà che verranno coinvolte nel progetto FIM nel corso delle prossime settimane, il FIM fa tesoro dei consensi e dei risultati ottenuti dalle precedenti edizioni (l’ultima delle quali tenutasi lo scorso mese di maggio presso i padiglioni della Fiera di Erba) e apre le porte a studenti, insegnanti, professionisti e appassionati di musica, che potranno ora entrare al FIM gratuitamente.

I laboratori rivolti agli studenti delle scuole medie a indirizzo musicale, i seminari di approfondimento su vari aspetti della professione musicale, gli incontri/interviste con personaggi affermati del mondo della musica italiana e internazionale, le esibizioni dei giovani musicisti alla ricerca di una propria dimensione artistica e professionale e, non ultima, l’esposizione di servizi e prodotti rivolti a chi lavora nella musica, sono i contenuti fondamentali del progetto FIM, che quest’anno avrà come tema centrale quello della formazione dei professionisti del mercato della musica di domani.

FIM 2018 in Piazza Città di Lombardia, Milano, a Ingresso gratuito

Non è un caso la scelta di un luogo non propriamente fieristico come quello di Piazza Città di Lombardia, più raccolto, meglio inserito nel tessuto urbano e dotato di ambienti adeguati (tra cui un accogliente auditorium) particolarmente adatti alla declinazione “educational” di questa sesta edizione del FIM. Nel DNA del FIM c’è da sempre la musica dal vivo e la qualità dei contenuti, per la prima volta offerti gratuitamente al pubblico dei visitatori, con la coinvolgente vivacità tipica del FIM. La Piazza ospiterà 5 aree tematiche (Casa FIM, FIM Theater, FIM Lab, FIM on-Air e FIM Social) e un’area espositiva.

FIM Lab ospiterà soprattutto i laboratori e i seminari rivolti agli studenti delle scuole medie a indirizzo musicale che (insieme ai loro insegnanti) costituiranno una parte importante del pubblico presente al FIM (già confermata l’affluenza di circa un migliaio di ragazzi).

Fim Fiera Internazionale della Musica, Milano Fim Fiera Internazionale della Musica, Milano Fim Fiera Internazionale della Musica, Milano

FIM Social ospiterà esibizioni dal vivo in acustico e rigorosamente unplugged in diretta streaming. Casa FIM è il cuore pulsante del FIM, con il suo programma di incontri/interviste e performance live in diretta streaming tv, ma anche palco per il deejay-contest ed esibizioni a cura di piccoli ensemble giovanili. Casa FIM diventerà anche una trasmissione televisiva a puntate che sarà mandata in onda a partire da settembre 2018.

FIM on-Air è l’area dedicata alle Web radio, Web TV, Portali e Blog Musicali che offrono la possibilità ai musicisti di “farsi conoscere”, di promuovere la propria musica, la propria band, il proprio album. Quasi tutti in diretta streaming dal FIM.

Tra le radio di FIM on-Air c’è anche Radio FIM, ascoltabile dalla App gratuita Fimfiera scaricabile da Apple Store e Google Play.

FIM Theater è l’auditorium del FIM, il luogo dove si terranno i concerti più importanti (alcuni dei quali su invito), quelli delle orchestre giovanili e il contest per band emergenti di tutte le età. Il programma, l’elenco dei partner e il dettaglio dei contenuti del FIM di Milano sono in continuo aggiornamento.

Auditorium Testori Piazza Citta di Lombardia Milano

IL PROGETTO DEL FIM 2018
……………………………………………………………….

È da molto tempo che si parla di riconoscimento del valore della musica, non solo in termini culturali, sociali e come opportunità di sviluppo economico. Un dato di fatto è che il valore del mercato della musica in Italia è di gran lunga inferiore a quello di altri Paesi avanzati. Si tratta dunque di investire nella formazione non solo dei lavoratori del settore, ma anche sulla formazione dei fruitori di musica. La chiave sta proprio nella formazione degli studenti delle scuole, i quali, pur non intraprendendo il percorso di musicista o operatore del settore, diventano fruitori/consumatori interessati e consapevoli.Occorre ricordare che ogni anno escono dalle scuole pubbliche a indirizzo musicale circa 30 mila diplomati e che solo alcuni di questi proseguono i loro studi nei circa 150 licei musicali italiani. Una grossa fetta di questi studenti preferisce seguire altri percorsi, mantenendo tuttavia una indubbia sensibilità nei confronti del mondo della musica.

Sono questi numeri che hanno convinto gli organizzatori del FIM a virare il progetto di questa fiera attiva ormai da un quinquennio verso la formazione, vista non solo come opportunità di crescita culturale per i giovani, ma anche e soprattutto come stimolo verso possibili sbocchi professionali all’interno di questo importante settore.

Nato per stimolare dal basso la rete delle relazioni tra musicisti e fornitori di prodotti e servizi ad essi rivolti, il FIM 2017 investe dunque quest’anno nella formazione e la conoscenza dei professionisti di domani con un nuovo progetto nato per offrire concretamente agli studenti che già seguono corsi di musica e strumento presso le scuole medie inferiori e superiori una serie di stimoli concreti attraverso un percorso di esperienze offerte da chi già opera professionalmente in diversi ambiti dell’industria musicale.

Per informazioni: www.fimfiera.it  – Info Line: +39 010 86 06 461UFFICIO STAMPA
FIM Fiera: Piero Chianura – tel. 333.6511486 – piero.chianura@bigboxmedia.it

Al via il nuovo Bonus Cultura di 500 euro per i diciottenni: c’è anche la musica. Il report IPSOS sul consumo di musica

È stato pubblicato il decreto che consentirà ai giovani nati nel ’99 di accedere al bonus cultura per il 2017.

La grande novità, per la quale FIMI ha svolto un’intensa attività di sensibilizzazione istituzionale, è quella dell’inclusione della musica registrata tra i prodotti e i contenuti per i quali i diciottenni potranno utilizzare il bonus.

“L’inclusione della musica non riconosce solo il valore culturale che questo comparto, come libri e cinema, offre e rappresenta per i giovani, ma sottolinea quanto gli stessi possono essere avvicinati tramite l’innovazione digitale, come lo streaming. Ha dichiarato il CEO di FIMI, Enzo Mazza – La musica è stata introdotta dal Parlamento nella scorsa manovra di bilancio e speriamo che il bonus possa essere rinnovato anche per il 2018. Ci auguriamo inoltre che tutti i player di settore, dai negozi di dischi alle piattaforme per lo streaming musicale, aderiscano a questa importante iniziativa promossa per i giovani dalla Presidenza del Consiglio e dal Ministero per i Beni e le attività Culturali.” Ha concluso Enzo Mazza.

18 app è un’iniziativa a cura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, e della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dedicata a promuovere la cultura.

Il programma, destinato a chi compie 18 anni nel 2017, permette di ottenere 500 euro da spendere in cinema, musica, concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e parchi, teatro e danza. Tutti i dettagli su www.18app.italia.it

IFPI ha rilasciato oggi Connecting with music, il report basato su una ricerca condotta da IPSOS Connect riguardo il consumo di musica registrata in 13 tra i principali mercati musicali nel mondo.

I punti-chiave del report globale sono:

  • I fan di tutto il mondo sono sempre più legati allo streaming audio: a livello globale, il 45% degli utenti ascolta la musica tramite un servizio audio autorizzato (un incremento del 37% rispetto al  2016). Il 90% degli ascoltatori in streaming sente la musica utilizzando uno smartphone.
  • I giovani fan rimangono fortemente legati alla musica, nonostante l’abbondanza dei media concorrenti: la fascia 13-15 anni è molto legata alla musica, l’85% utilizza i servizi in streaming.
  • Il Value Gap: i servizi di upload video, come YouTube, rappresentano le piattaforme di streaming on-demand più utilizzate dagli ascoltatori, tuttavia non rendono un valore equo alla comunità musicale. L’85% dei visitatori di YouTube, ogni mese, usa il sito per la musica e il 76% lo utilizza per ascoltare musica che già conosce.

Tra i dati sul mercato italiano risulta interessante notare che:

  • Il 98% degli utenti attivi online dichiara di ascoltare musica tramite modalità in licenza, l’85% usa servizi di video streaming musicali mentre il 46% degli utenti intervistati utilizza un servizio di streaming audio.
  • Tra i metodi di ascolto che incontrano maggiore riscontro, inoltre, emerge la radio (95%), anche se il 42% degli intervistati dichiara di acquistare musica sia in formato fisico che digitale.
  • Molto alto il dato sui giovani tra 16 e i 24 anni che utilizzano lo smartphone per l’ascolto di musica  (91%). Anche i giovanissimi (13 – 15 anni) risultano fortemente legati al mondo musicale ed il 77% degli intervistati dichiara di fruire di musica tramite servizio di audio e video streaming.

Il  report sui dati internazionale può essere scaricato tramite questo LINK

L’estratto dati sull’Italia – QUI

SIAE incontra a Milano i propri associati della sezione Musica

Un workshop dedicato agli Associati SIAE della sezione Musica, ma soprattutto un’occasione importante per incontrarsi, conoscersi, raccontarsi e fare il punto della situazione in un momento così importante per SIAE.

Si è svolto a Milano il 23 novembre scorso presso l’Unicredit Pavilion l’incontro dal titolo SIAE Incontra e Ascolta, un’occasione per condividere dubbi, fare domande e scoprire come è cambiata e sta cambiando la Società. All’incontro erano presenti il presidente Filippo Sugar, il direttore generale Gaetano Blandini, il direttore della divisione territoriale Pietro Ietto, il direttore del comparto licenze Sergio Fasano e il direttore della sezione musica Matteo Fedeli.

Incontro SIAE a MIlano 23 novembre 2016
SIAE Informa e Ascolta

Sono stati molti i temi al centro del dibattito: dall’azione di risanamento finanziario, all’efficientamento e semplificazione delle procedure e alla conseguente riduzione dei costi gestionali, alla realizzazione di una ambiziosa Agenda Digitale, all’introduzione di una nuova e semplificata Ordinanza di Ripartizione Musica, all’iscrizione on line, al borderò digitale. Nel corso del pomeriggio i protagonisti sono stati proprio gli Associati, nel corso di una sessione di domande e risposte sulla Società, sui cambiamenti presenti e futuri che coinvolgeranno non solo i vertici di SIAE, ma anche tutti gli Associati.

Il confronto di oggi è stato importante per portare avanti il nuovo corso di SIAE, che non può compiersi senza il coinvolgimento dei nostri autori ed editori – ha sottolineato Filippo Sugar al termine della giornata. – Stiamo semplificando e migliorando costantemente i servizi per i nostri associati e per gli utilizzatori. La SIAE di oggi è pronta ad affrontare le sfide che il mercalo globale ci pone per tutelare sempre meglio il lavoro dei nostri autori”.

Per ulteriori fotografie dell’evento:

https://www.siae.it/it/iniziative-e-news/siae-incontra-e-ascolta-evento-dedicato-agli-associati-musica-il-23-novembre

Music, Wine, Food & Law, Castello di Pantelleria, 30 luglio 2016

Il prossimo 30 luglio, presso il Castello di Pantelleria si tiene l’evento MUSIC, WINE & FOOD LAW, organizzato dallo studio legale DDA (www.ddastudiolegale.it), con il sostegno della Associazione A-DJ (www.a-dj.org), in occasione della prima edizione del JIBLI festival (www.jibli.com), kermesse di musica, arte ed enogastronomia, che si svolgerà nel mese di agosto nella magica isola di Pantelleria.

Il palinsesto, che vedrà DJ di fama internazionale e artisti locali emergenti, coinvolgerà un vasto pubblico che visiterà con l’occasione l’isola, desideroso di conoscere anche le tradizioni e prodotti locali. I prodotti a Km0 di alta qualità enogastronomica del territorio saranno presenti con spazi dedicati e, al fine di creare la giusta rete di aziende sul territorio, saranno coinvolti produttori locali, cantine, chef e tantissimi volontari che sostengono il progetto.

L’incontro si concentrerà sugli aspetti legali e pratici di tutela delle tre componenti essenziali per la buona riuscita di un evento di intrattenimento: la musica, il vino e il cibo, dando risalto all’aspetto professionale del mercato musicale e alla promozione dei prodotti tipici enogastronomici.

L’evento ha ricevuto il patrocinio del Comune di Pantelleria.

MUSIC, WINE & FOOD LAW
Locandina MUSIC, WINE & FOOD LAW

SIAE a favore della proposta di legge delega per la disciplina della musica

In merito alla presentazione avvenuta l’11 luglio scorso presso la Sala stampa della Camera dei Deputati della proposta di legge di Delega al Governo per la disciplina delle attività musicali contemporanee dal vivo, SIAE ribadisce il proprio supporto all’iniziativa. Il disegno di legge a firma dell’Onorevole Rampi e di numerosi altri parlamentari costituisce infatti un segnale importante e consapevole di una sensibilità politica verso questa forma di attività culturale e di straordinario significato.

La proposta ha come obiettivo l’adozione di una legge quadro che garantisca la musica popolare contemporanea e razionalizzi tutte le norme in materia di organizzazione e gestione dello spettacolo dal vivo: una grande occasione per dare a questo settore un’efficace regolamentazione.

SIAE è consapevole non solo del grande significato culturale dell’espressione musicale ma anche, nel momento in cui l’Europa sta avviando l’ampia regolazione del mercato unico digitale, del suo significato dal punto di vista economico e retributivo per gli autori, gli imprenditori e gli artisti che operano in questo particolare tipo di mercato che l’Europa, ormai, non può più ignorare. L’iniziativa rappresenta inoltre una forma concreta di sostegno alla nostra identità culturale, che va sostenuta e tutelata nel contesto sempre più globale e competitivo del mercato digitale dei contenuti, affinché il digitale sia una reale opportunità di crescita per i giovani autori ed artisti italiani.

Il riconoscimento del ruolo degli artisti emergenti, con la valorizzazione delle opere prime, seconde, e terze, la stabilizzazione del Tax credit, le importanti disposizioni che disciplinano la riserva di programmazione per le emittenti radiofoniche, il ruolo importante e decisivo delle realtà locali e territoriali, la destinazione di spazi significativi per la realizzazione di eventi musicali, sono infatti elementi di un piano organico per il quale SIAE formula il forte auspicio di una efficace realizzazione da parte del Governo, nel momento in cui affronterà l’attuazione di questa importante legge di delega.

Fonte: www.siae.it

Percorso di approfondimento sul diritto della musica, Roma, 26 e 27 maggio 2016 (Lexenia)

l percorso di approfondimento sul Diritto della Musica nasce dall’esigenza di fornire una chiara ed esemplificativa base di conoscenza degli elementi giuridici e contrattuali che risultano collegati al mercato primario e secondario dell’opera musicale.

Dopo una prima panoramica sulle fonti del diritto, internazionali, comunitarie e nazionali, il corso concentrerà l’attenzione su cosa si intende per opera musicale, fornendo la definizione sia dei soggetti titolari del diritto d’autore, sia di quelli titolari dei diritti connessi, approfondendo poi la contrattualistica di riferimento, con un taglio pratico. Il percorso formativo terminerà con una panoramica delle normative previdenziali e assistenziali per i lavoratori dello spettacolo con particolare riguardo alle figure professionali nel settore della musica e con alcuni elementi conoscitivi per una corretta gestione individuale dell’opera e per verificare l’attività di gestione collettiva di Siae e di alcune consorelle straniere di common law.

Il corso è destinato non solo a consulenti ed avvocati interessati alla materia del diritto d’autore in generale e della musica in particolare, ma anche a tutti i professionisti che operano nel mercato musicale, fornendo sbocchi professionali per l’impiego nell’editoria musicale e nel management, marketing e comunicazione della musica.

Saranno frequenti il ricorso alla simulazione casistica e l’invito alla partecipazione interattiva.

Programma:

Roma, 26 maggio 2016

La disciplina giuridica dell’opera musicale
Docente: Avv. Deborah De Angelis
Orario: 10.00-13.30

Fonti: Internazionali, europee, nazionali
L’opera musicale: definizione (artt. 1-2 LdA)
I soggetti titolari del diritto diritto d’autore: compositore e autore
Norme particolari dettate dalla Legge 633/1941 per le opere musicali (artt. 33 ss LdA)
L’editore musicale
I titolari del diritto connesso: artista interprete esecutore e produttore fonografico

I contratti aventi per oggetto l’opera musicale
Docente: Avv. Giovanni D’Ammassa
Orario:14.30–18.00

La cessione dei diritti di utilizzazione economica: regole generali
I contratti di cessione dell’opera musicale: il contratto di edizione musicale
I contratti di cessione delle fissazioni dell’artista interprete ed esecutore: il contratto di produzione discografica
I contratti aventi per oggetto i fonogrammi: il contratto di licenza di fonogramma (master), il contratto di cessione di fonogrammi (master), il contratto di distribuzione (fisica e digitale)
Sample, remix e mash up

Seconda giornata
Roma, 27 maggio 2016

La previdenza delle figure professionali nel mercato musicale
Docente: Avv. Andrea Marco Ricci
Orario: 10.00-13.30

La previdenza nel settore dello spettacolo
Il ruolo dell’ENPALS (oggi INPS ex ENPALS)
L’abrogato libretto ENPALS e il certificato di agibilità ENPALS
Regime pensionistico per i lavoratori dello spettacolo e requisiti minimi
Il Lavoratore Autonomo Esercente Attività Musicale
Casi di esenzione e agibilità gratuite
Il ruolo delle cooperative di spettacolo
La previdenza in sala di incisione
Adempimenti fiscali e previdenziali

Gestione individuale e collettiva dei diritti d’autore e connessi sull’opera musicale
Docente: Avv. Manlio Mallia
Orario: 14.30–18.00

La gestione individuale dei diritti musicali: difficoltà e soluzioni (Le licenze Creative Commons)
La gestione collettiva dei diritti musicali: storia e prospettive
La SIAE: natura giuridica e principali funzioni
L’esclusiva nell’attività di intermediazione dei diritti d’autore sulle opere musicali: legge italiana e giurisprudenza comunitaria
L’attività della SIAE in ambito musicale: rapporti con i titolari dei diritti e gli utilizzatori, raccolta dei diritti e loro ripartizione
La gestione collettiva in materia di diritti connessi
La licenza DJ on line della Siae
La Direttiva Europea 2014/26/UE del 26 febbraio 2014 sulla gestione collettiva dei diritti

Per maggiori informazioni e iscrizione:

http://www.lexenia.it/shop/percorsi-di-approfondimento/percorso-di-approfondimento-sul-diritto-della-musica/

EXTRASCONTO PER I NOSTRI LETTORI!

Grazie alla convenzione in essere con Lexenia, ai nostri lettori sarà riservato un extra sconto del 5%, cumulabile alle scontistiche Lexenia per iscrizione anticipata o sconti di gruppo.

Per beneficiare dello sconto extra puoi procedere come segue:

MODULO CARTACEO
Invia il modulo scaricabile dal sito www.lexenia.it e indica insieme al titolo del Corso “extra5“.
Riceverai quindi una conferma d’ordine con tutte le indicazioni per il pagamento e l’importo debitamente scontato.

ISCRIZIONE ON LINE
Scegli la SEDE di interesse dal menù a tendina,
scegli il NUMERO dei PARTECIPANTI cliccando + oppure -,
clicca AGGIUNGI ALL’ORDINE,
inserisci il CODICE: extra5 e clicca APPLICARE CODICE PROMOZIONALE (verrà automaticamente calcolato un extra sconto del 5%),
clicca CONCLUSIONE ORDINE,
compila con tutti i dati richiesti e clicca in fondo alla pagina INVIARE ORDINE.

Riceverai una conferma d’ordine con tutte le indicazioni per il pagamento e l’importo debitamente scontato.
Per informazioni o chiarimenti puoi contattare la Segreteria di Lexenia al numero 392 2350234.

“Non spegnere la musica, rispetta il Diritto d’Autore”, educazione alla legalità

E’ stato presentato presso la sede SIAE di Milano “Non spegnere la musica, rispetta il Diritto d’Autore ”, il progetto della Federazione Autori , realizzato in collaborazione con la Società Italiana degli Autori ed Editori, con il patrocinio morale del Ministero della Giustizia e con il patrocinio del Mibact, volto a promuovere nelle scuole un’azione di sensibilizzazione dei futuri utilizzatori delle opere dell’ingegno.

Alla presentazione sono intervenuti il Presidente della Federazione Autori (FA) Avv. Maria Grazia Maxia, ideatrice del progetto, Consigliere di Sorveglianza SIAE ed esperta di diritto d’autore, il Segretario Generale FA e Presidente della Commissione Musica e Consigliere di Sorveglianza SIAE M° Mario Lavezzi, e il Vicepresidente FA e Consigliere di Sorveglianza SIAE M° Michele Maisano.

Presenti anche il M° Franco Micalizzi, membro del consiglio direttivo FA e Presidente del Consiglio di Sorveglianza SIAE, il M° Oscar Prudente, Consigliere di Sorveglianza SIAE, il Presidente della FEM e Consigliere di Sorveglianza SIAE Roberto Razzini, il Segretario Generale della FEM e Vicepresidente del Consiglio di Sorveglianza SIAE Paolo Franchini, il Presidente ANEM e Consigliere di Sorveglianza SIAE Toni Verona e l’Avv. Antonella Rizzi, Consigliere di Sorveglianza SIAE ed esperta di diritto d’autore. A conclusione dei lavori, le associazioni degli editori musicali FEM e ANEM hanno concordemente deciso di supportare il progetto.

«Perché questo progetto si differenzia dagli altri? Perché parla con il linguaggio semplice dei ragazzi. È fondamentale – dice l’Avv. Maria Grazia Maxia – spiegare nelle scuole medie inferiori (dalla 4° elementare) perché è importante tutelare il diritto d’autore ed educare i ragazzi alla legalità usando le loro parole. È previsto anche un concorso: dovranno scrivere una storia dal titolo “Papà, devi rispettare il diritto d’autore!” In questo modo saranno loro stessi a educare gli adulti formandosi, al tempo stesso, come utenti del futuro».

“Non spegnere la musica” avrà le sue prossime tappe a Cagliari, Matera, Pistoia e Firenze (le prossime date e le modalità per la partecipazione saranno pubblicate sul sito www.federazioneautori.com). Il 13 e il 14 maggio si terrà presso il CET, la scuola fondata nel 1992 da Mogol, un convegno al quale parteciperà il Ministero della Giustizia, la Guardia di Finanza, SIAE, i rappresentanti delle scuole e delle università

L’edizione 2016 del FIM a LarioFiere Erba (CO) dal 9 all’11 settembre

FIM, la più grande fiera italiana della musica ha una nuova casa. L’edizione 2016 del FIM, fiera della musica tra le più interessanti a livello internazionale, si terrà nei padiglioni di LarioFiere Erba (CO) dal 9 all’11 settembre prossimi.
Ideato dal Gruppo MAIA con la collaborazione di BigBox e il contributo di Regione Lombardia, FIM 2016 ha l’obiettivo di fare emergere le nuove creatività del mercato della musica in Italia.

FIM 2016 si caratterizza per l’originalità del progetto fieristico. Nato dopo un’attenta osservazione delle fiere musicali nazionali e internazionali, quasi tutte alla ricerca di una nuova identità, il FIM adotta la formula dell'”evento contenitore di eventi”, flessibile, economicamente compatibile con le caratteristiche del mercato italiano, e più adatta a rappresentarlo in tutte le sue declinazioni.

Con un numero inaspettato di visitatori reali e virtuali raggiunti e di artisti coinvolti negli eventi delle precedenti edizioni, il FIM ha dimostrato di essere soprattutto la “casa dei musicisti”, ma anche delle nuove realtà produttive, spesso nascoste nelle nicchie del mondo virtuale, eppure così desiderose di trovare un proprio spazio nel mondo reale.

Le prime tre edizioni del FIM sono state un vero e proprio laboratorio sul campo, che ha dato agli organizzatori una visione reale dell’attuale mercato italiano della musica, dal punto di vista di chi la produce; un mercato solo in superficie così vecchio, sfilacciato e bloccato nello sviluppo.

La Regione Lombardia ha deciso di raccogliere i frutti di questo laboratorio supportando la nuova edizione del FIM con l’obiettivo di realizzare una mappa del settore nazionale partendo dal già ricco ambito regionale.

Organizzato in uno spazio fieristico adeguato e ricco di dotazioni adatte ad una fiera della musica, con uno studio televisivo live dedicato alle trasmissioni video in diretta streaming, un video wall in posizione strategica, un main stage, 2 saloni espositivi, un’aula per i seminari, un’aula per i meeting, una sala di networking, due aree di dimostrazione, una sala con 250 posti per le esibizioni live, un’area dedicata ai media partner, il FIM conferma il suo obiettivo di supporto alle realtà più dinamiche del settore.

All’interno dei padiglioni di una fiera situata a pochi chilometri di distanza da Milano, musicisti e fornitori di prodotti e servizi per la musica troveranno un loro spazio adeguato per farsi conoscere e per arricchire la propria professionalità e competenza.

Da parte loro, gli organizzatori ce la metteranno tutta per allestire un programma ricco e di qualità, perché FIM vuol far crescere il mercato della musica… parlando di musica.
Per Informazioni e contatti:
Tel. 010 8606461 – Mail.info@fimfiera.it

www.fimfiera.it

Musica dal vivo: nasce una rete europea di supporto al settore

La musica live avrà un supporto formale dall’Europa con la creazione di un Forum permanente a sostegno dei players che si aprirà ufficialmente al Midem di Cannes, già dalla prossima edizione. Un altro importante traguardo dell’Associazione Italiana dei Produttori e Organizzatori di Spettacoli di Musica dal Vivo che da anni si batte per un settore florido, che registra ben sette miliardi di euro di fatturato annui in Europa e solo per la musica popolare contemporanea, ma che non beneficia ad oggi di misure di sostegno e sviluppo adeguate.

È di fondamentale importanza la costituzione di un’efficace rete europea per affrontare tematiche prioritarie per players e Paesi europei attivi nel settore degli eventi dal vivo” ha dichiarato il Presidente di Assomusica Vincenzo Spera, in occasione dell’incontro che si è tenuto al “Reeper Bahn Festival” di Amburgo il 24 settembre scorso, ad un anno dall’inizio del lavoro con la Direzione Generale Educazione e Cultura della Commissione Europea.

Gli incontri proseguiranno al Medimex di Bari il 29 e 30 ottobre con due appuntamenti organizzati da Assomusica, cui parteciperanno i più importanti rappresentanti di enti, Istituzioni e associazioni europee del settore dello spettacolo dal vivo, nonché i cosiddetti “Sindaci della Notte” di alcune capitali della musica.

Fonte: SIAE

Percorso di approfondimento sul diritto della musica, Milano, 20 e 21 novembre 2015 (corsi Lexenia)

Percorso di approfondimento 2 giornate – 14 ore in aula

Formazione continua avvocati: 14 crediti CNF

Relatori:
Avv. Giovanni D’Ammassa
Avv. Deborah De Angelis
Avv. Manlio Mallia
Avv. Andrea Marco Ricci

Milano, 20 e 21 novembre 2015

Il percorso di approfondimento sul Diritto della Musica nasce dall’esigenza di fornire una chiara ed esemplificativa base di conoscenza degli elementi giuridici e contrattuali che risultano collegati al mercato primario e secondario dell’opera musicale.

Dopo una prima panoramica sulle fonti del diritto, internazionali, comunitarie e nazionali, il corso concentrerà l’attenzione su cosa si intende per opera musicale, fornendo la definizione sia dei soggetti titolari del diritto d’autore, sia di quelli titolari dei diritti connessi, approfondendo poi la contrattualistica di riferimento, con un taglio pratico. Il percorso formativo terminerà con una panoramica delle normative previdenziali e assistenziali per i lavoratori dello spettacolo con particolare riguardo alle figure professionali nel settore della musica e con alcuni elementi conoscitivi per una corretta gestione individuale dell’opera e per verificare l’attività di gestione collettiva di Siae e di alcune consorelle straniere di common law.

Il corso è destinato non solo a consulenti ed avvocati interessati alla materia del diritto d’autore in generale e della musica in particolare, ma anche a tutti i professionisti che operano nel mercato musicale, fornendo sbocchi professionali per l’impiego nell’editoria musicale e nel management, marketing e comunicazione della musica.

Programma:

Prima giornata

Milano, 20 novembre 2015

La disciplina giuridica dell’opera musicale
Docente: Avv. Deborah De Angelis
Orario: 9.30 – 13.00

  • Fonti: Internazionali, europee, nazionali
  • L’opera musicale: definizione (artt. 1-2 LdA)
  • I soggetti titolari del diritto diritto d’autore: compositore e autore
  • Norme particolari dettate dalla Legge 633/1941 per le opere musicali (artt. 33 ss LdA)
  • L’editore musicale
  • I titolari del diritto connesso: artista interprete esecutore e produttore fonografico

I contratti aventi per oggetto l’opera musicale
Docente: Avv. Giovanni D’Ammassa
Orario:14.00–17.30

  • La cessione dei diritti di utilizzazione economica: regole generali
  • I contratti di cessione dell’opera musicale: il contratto di edizione musicale
  • I contratti di cessione delle fissazioni dell’artista interprete ed esecutore: il contratto di produzione discografica
  • I contratti aventi per oggetto i fonogrammi: il contratto di licenza di fonogramma (master), il contratto di cessione di fonogrammi (master), il contratto di distribuzione (fisica e digitale)
  • Sample, remix e mash up

Seconda giornata

Milano, 21 novembre 2015

La previdenza delle figure professionali nel mercato musicale
Docente: Avv. Andrea Marco Ricci
Orario: 9.30 – 13.00

  • La previdenza nel settore dello spettacolo
  • Il ruolo dell’ENPALS (oggi INPS ex ENPALS)
  • L’abrogato libretto ENPALS e il certificato di agibilità ENPALS
  • Regime pensionistico per i lavoratori dello spettacolo e requisiti minimi
  • Il Lavoratore Autonomo Esercente Attività Musicale
  • Casi di esenzione e agibilità gratuite
  • Il ruolo delle cooperative di spettacolo
  • La previdenza in sala di incisione
  • Adempimenti fiscali e previdenziali

Gestione individuale e collettiva dei diritti d’autore e connessi sull’opera musicale
Docente: Avv. Manlio Mallia
Orario: 14.00–17.30

  • La gestione individuale dei diritti musicali: difficoltà e soluzioni (Le licenze Creative Commons)
  • La gestione collettiva dei diritti musicali: storia e prospettive
  • La SIAE: natura giuridica e principali funzioni
  • L’esclusiva nell’attività di intermediazione dei diritti d’autore sulle opere musicali: legge italiana e giurisprudenza comunitaria
  • L’attività della SIAE in ambito musicale: rapporti con i titolari dei diritti e gli utilizzatori, raccolta dei diritti e loro ripartizione
  • La gestione collettiva in materia di diritti connessi
  • La licenza DJ on line della Siae
  • La Direttiva Europea 2014/26/UE del 26 febbraio 2014 sulla gestione collettiva dei diritti

Per maggiori informazioni e l’acquisto:

http://www.lexenia.it/shop/percorsi-di-approfondimento/percorso-di-approfondimento-sul-diritto-della-musica/

Legal and Music Business, seminario gratuito di Note Legali il 20 settembre a Pizzighettone

domenica 20 settembre a Music Wall, la Fiera della Musica di Pizzighettone, dalle 15:00 alle 16:30 circa, il presidente di Note Legali, l’Avvocato Andrea Marco Ricci, terrà il seminario “Legal and Music Business”,  durante il quale presenterà l’Associazione e risponderà alle domande dei presenti.

L’ingresso è libero e gratuito.

La manifestazione si svolgerà nella zona della cerchia muraria in Via Boneschi.

Per ulteriori informazioni puoi contattare il Centro Musica di Pizzighettone allo 0372 1930799 o scrivere una email a cmpizzighettone@gmail.com.

Musica: il primo semestre 2015 in positivo

Il primo semestre, secondo i dati Deloitte per FIMI, è cresciuto complessivamente del 22% arrivando a 65.5 milioni di euro (nel 2014 lo stesso mercato aveva generato 53.6 milioni di euro).

Il segmento CD è cresciuto del 21%, trainato dall’ottima performance del repertorio locale (+93% in questo primo periodo). Il comparto fisico rappresenta il 57% del mercato con 37,3 milioni di euro.

Sempre forte anche il vinile, trainato dall’e-commerce, che sale del 72% e rappresenta oggi il 4% del mercato. Il trend è positivo anche per la musica classica che è salita del 19%. Nel digitale, grazie alla performance degli album (+12% sul download), è cresciuto anche il download totale con un +6% (10,8 milioni di euro).

Lo streaming (audio e video) arriva a rappresentare il 26% di tutto il mercato discografico ed il 62% del digitale: è cresciuto complessivamente del 37% con 17,3 milioni di euro. Il Il digitale, per intero, ha generato 28,1 milioni di euro e rappresenta il 43% del mercato.

Per maggiori informazioni:
http://www.fimi.it/news/musica-il-primo-semestre-2015-in-positivo

Mibact: on line il modulo per la richiesta del Tax Credit Musica

Per l’anno 2015, relativamente alle spese sostenute nell’anno 2014, il termine di presentazione della domanda per la richiesta del Tax Credit Musica è stato posticipato alla data del 30 giugno 2015, con decreto del ministro in corso di registrazione presso i competenti organi di controllo.

L’ufficio responsabile del procedimento è il Servizio I – Affari generali, programmazione, bilancio e personale.
Il modulo è disponibile al link:
http://www.cinema.beniculturali.it/direzionegenerale/120/tax-credit-musica

Referenti: Maria Antonietta MORINIELLO – e-mail : mariaantonietta.moriniello@beniculturali.it;
Fabrizio D´ANGELANTONIO – e-mail : fabrizio.dangelantonio@beniculturali.it

Barcellona: fiera musicale “PrimaveraPro 2015” e accrediti a prezzo ridotto

Anche quest’anno A Buzz Supreme e Modernista, in collaborazione con il Primavera Sound festival di Barcellona, offrono ai professionisti italiani del mondo musicale l’opportunità di partecipare al PrimaveraPro 2015, con delle tariffe scontate ed esclusive.

Quest’anno, in collaborazione con la SIAE, sarà possibile estendere l’opportunità di partecipare a PrimaveraPro 2015 a prezzo ridotto anche a tutti gli iscritti alla Sezione Musica della SIAE.

I partecipanti avranno non solo la possibilità di godersi il favoloso cartellone live del Primavera Sound, ma potranno anche prendere parte a tutti gli eventi in programma al PrimaveraPro che quest’anno si svolgerà dal 27 Maggio al 31 Maggio e avrà come quartier generale il MACBA (Museo di Arte Contemporanea di Barcellona).

Il PrimaveraPro, sposta quindi il suo programma diurno nel centro di Barcellona dopo che nelle due precedenti edizioni il numero dei partecipanti è aumentato di oltre il 50%.

Il ricchissimo programma è diretto a favorire l’incontro, lo scambio culturale ed il business tra i professionisti internazionali del mondo della musica e prevede incontri, networking session, tavole rotonde, panel e showcase di musicisti invitati da vari paesi.

Ma la novità più interessante dell’edizione 2015 del PrimaveraPro è la prima edizione di due congressi internazionali: il primo è il Concert Venues International Congress, il meeting internazionale delle sale e luoghi da concerto, organizzato insieme alla ASACC (l’associazione dei luoghi da concerto della Catalogna) in collaborazione con Live DMA (il network europeo dei luoghi da concerto); il secondo è l’Independent Labels International Congress, il congresso internazionale delle etichette indipendenti, con la partecipazione di IMPALA (associazione europea delle etichette indipendenti) e di UFI (l’associazione spagnola delle etichette indipendenti), che porteranno a Barcellona le più importanti etichette indipendenti mondiali.

Entrambi i congressi si terranno tra il 27 ed il 28 Maggio parallelamente alle altre attività del PrimaveraPro e affronteranno temi importanti come i nuovi modelli di gestione per i luoghi da concerto e l’evoluzione e la sfida delle piattaforme musicali digitali, per le etichette discografiche.

Come nelle passate edizioni le attività del PrimaveraPro 2015 si divideranno tra DayPro Conference, quest’anno negli spazi del MACBA, e NightPro, che continuerà a svolgersi all’interno del Primavera Sound festival, al Parc del Fòrum, in uno spazio attrezzato in riva al mare.

Fra gli speaker che interverranno al PrimaveraPro troviamo, Simon Raymonde, fondatore dell’etichetta Bella Union e membro dei Cocteau Twins per quindici anni, Martin Elbourne, selezionatore per festival come Glastonbury e Great Escape e Greg Cochrane, editor dell’edizione digitale della rivista inglese NME.

Il PrimaveraPro darà ancora una volta il benvenuto ad alcuni paesi invitati che presenteranno i loro artisti sia nel programma degli showcase sia partecipando alle attività di networking. I primi paesi confermati quest’anno sono il Brasile (A Construtora Música e Cultura), Israele (Sounds From Israel), il Regno Unito (British Council/The Selector) ed ancora una volta l’Italia (A Buzz Supreme/Modernista).

L’edizione 2015 del PrimaveraPro vedrà anche il consolidamento della sezione PrimaveraPro Startups, un’iniziativa realizzata con la collaborazione di Seed&Click che si propone di riunire a Barcellona i protagonisti dell’industria musicale internazionale con investitori, imprenditori, rappresentanti di università e della Pubblica Amministrazione al fine di stimolare gli investimenti e le sinergie
PREZZI E DETTAGLI

Quest’anno in collaborazione con A Buzz Supreme e Modernista, i professionisti italiani potranno comprare i due abbonamenti disponibili ad un prezzo scontato. Grazie alla collaborazione con la SIAE le facilitazioni sono state estese anche a tutti gli iscritti alla sezione Musica della SIAE.

L’abbonamento PrimaveraPro Basic include:
– Accesso a tutte le attività esclusive delle conferenze DayPro: conferenze, workshop, showcase, incontri, ricevimenti etc.
– Registrazione e accesso al database dei professionisti accreditati.
– Accesso all’area NightPro, l’area esclusiva per i professionisti all’interno dell’area attrezzata del Primavera Sound festival con ristorante, sconti speciali, piscina nel mare, area stampa, area di lavoro con wi-fi, armadietti, ecc.
– Accesso a tutti i concerti del Primavera Sound Festival 2015
– Accesso veloce e prioritario ai concerti che si svolgeranno nell’Auditori (venue dalla capacità limitata)
– Accesso preferenziale ai concerti del PrimaveraPro che si terranno in sale con capacità limitata come club e piccole sale da concerti.
– Accesso al festival dalla corsia preferenziale “elimina coda”.
– Welcome Pack (edizione limitata)
Costo: 230 € – con A Buzz Supreme e Modernista potrai acquistarlo a 190 €

L’abbonamento PrimaveraPro Premium include:
– Tutte le caratteristiche del PrimaveraPro Basic.
– Accesso alle aree VIP dei Mainstage e alle rispettive aree con visibilità privilegiata sul palco.
– Accesso preferenziale ai concerti del PrimaveraPro e del Primavera Sound programmati in sale con capacità limitata come club e piccole sale da concerti, nei giorni precedenti al festival.
Costo: 300 € – con A Buzz Supreme e Modernista potrai acquistarlo a 220 €

Per usufruire di questa speciale offerta, contattare:

Andrea Sbaragli – andrea@abuzzsupreme.it

L’US Copyright Office pubblica il rapporto “Copyright and the Music Marketplace”

L’US Copyright Office ha pubblicato un ampio studio, intitolato “Copyright and the Music Marketplace”, che offre in dettaglio il quadro di invecchiamento delle licenze musicali, nonché le esigenze in continua evoluzione di coloro che creano e investono in musica nel ventunesimo secolo. Oltre a fornire una revisione esaustiva del sistema esistente, lo studio formula una serie di raccomandazioni che dovrebbero portare chiarezza e aiuto a cantautori, artisti, editori, etichette discografiche, e servizi di distribuzione digitale.

Pochi potrebbero contestare che la musica è culturalmente essenziale ed economicamente importante per il mondo in cui viviamo“, ha detto Maria A. Pallante, Register of Copyrights, “ma la realtà è che entrambi i creatori di musica e gli innovatori che li sostengono stanno sempre più facendo affari in un pantano legale. Come chiarisce questo studio, questo stato di cose non favorisce la legge sul copyright né si addice a una nazione creativa come gli Stati Uniti“.
Esiste un ampio consenso in tutta l’industria della musica su una serie di punti chiave:
(1) i creatori siano equamente compensati;
(2) il processo di autorizzazione dovrebbe essere più efficiente;
(3) i partecipanti al mercato dovrebbero avere accesso a dati veritieri per identificare e licenziare registrazioni e opere musicali; e
(4) il pagamento e le informazioni sulle utilizzazioni devono essere trasparenti a disposizione di titolari dei diritti.
Ma c’è meno accordo sul modo migliore di andare avanti.
Le raccomandazioni del Copyright Office affrontano quasi ogni aspetto del paesaggio musicale, comprese le “statutory licenses” esistenti (negli USA), il ruolo delle organizzazioni per i diritti degli artisti interpreti, i diritti per le utilizzazioni dei fonogrammi, la protezione federale pre 1972 per le registrazioni audio, l’accesso ai dati sui titolari delle opere musicali, e le preoccupazioni dei cantautori e deli artisti interpreti.
Queste raccomandazioni presentano una serie di compromessi equilibrati volti a creare un sistema di licenze musicali più razionale per tutti.
Il rapporto completo e la sintesi sono disponibili sul sito web dell’US Copyright Office all’indirizzo
http://copyright.gov/docs/musiclicensingstudy/

Festa Speciale del Mei dei 20 anni dal 6 all’8 febbraio a Roma: l’8 febbraio gli Stati Generali della Nuova Musica in Italia

Nel corso della manifestazione “I Premi degli Indipendenti – Roma Caput Indie”, che si svolgerà a roma dal 6 all’8 febbraio, domenica 8 febbraio sarà dedicata agli Stati Generali della Nuova Musica: dodici tavoli che discutono di musica con le conclusioni finali da parte dell’Intergruppo Parlamentare per la Musica

Ecco tutto il programma: http://www.meiweb.it/i-premi-degli-indipendenti-roma-caput-indie-il-programma-dal-6-all8-febbraio

Il prossimo Midem è dal 5 all’8 giugno: come partecipare con la SIAE

Dopo aver cambiato forma e contenuti, da quest’anno il Midem ha spostato anche la data, andando incontro alle belle giornate della Costa Azzurra.
Dal 5 all’8 giugno si terrà al Palais des Festivals di Cannes la nuova edizione della fiera musicale, appuntamento imperdibile per la comunità di artisti, case discografiche, agenzie di spettacolo, produttori, marchi tecnologici, di tutto il mondo. Da qualche anno le nuove aziende social-media portano strumenti importanti all’industria musicale permettendole di interagire meglio col suo pubblico e accrescere la consapevolezza di autori, esecutori, musicisti. Nel programma incontri, conferenze, concerti, tavole rotonde con la partecipazione di protagonisti del mondo digitale.
La SIAE informa i propri iscritti, autori ed editori di opere musicali, interessati a partecipare alla prossima edizione del MIDEM (Cannes, 5-8 giugno 2015), che per tutte le informazioni sullo stand e sulle modalità per farne parte è a disposizione l’Ufficio Estero.
I contatti sono i seguenti: elve.modestini@siae.it; federica.gentili@siae.it. Numeri di telefono 06 5990 2227- 2898 – 3316. Fax: 06 5990 3238 – 3407.

I corsi di Note Legali al CPM Music Institute di Milano

Sono giunti alla sesta edizione i laboratori formativi di Note Legali al CPM Music Institute di Milano, pensati per i giovani studenti e volti ad affrontare in maniera chiara e semplice i vari aspetti legati all’attività di chi vuole fare musica professionalmente. Conoscere il music business, le figure professionali coinvolte, i diritti e i doveri dei musicisti e degli operatori del settore sono infatti elementi importantissimi per chi si appresta a calcare i palchi e gli studi di registrazione.

I corsi previsti al CPM – articolati in incontri giornalieri con cadenza mensile, da febbraio a maggio – sono pensati per gli studenti iscritti al Bachelor of Music, ma sono frequentabili anche dagli associati a Note Legali. I seminari del“Legal & Business Lab” affrontano un programma quanto mai vario e sono divisi in tre percorsi. Il primo (dedicato agli studenti del 1° anno) propone una panoramica sugli aspetti che coinvolgono l’attività dell’autore e del compositore: si parlerà di diritto d’autore, di SIAE, di tutela e deposito dei brani, del ruolo che spetta all’editore musicale. Il secondo (per gli studenti del 2° anno) affronterà l’attività live: il booking, il management, la previdenza, il fisco, nonché nozioni sul file-sharing, e un’approfondita illustrazione sulla corretta compilazione dei programmi musicali SIAE. Il terzo infine (dedicato agli studenti del 3° anno) approfondirà l’attività discografica dell’artista interprete esecutore: verranno trattati i diritti degli artisti, i rapporti contrattuali col produttore fonografico, la musica online, la gestione collettiva nella raccolta dei diritti a compenso (IMAIE, SCF).

I primi incontri si terranno venerdì 20 febbraio, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 20, mentre i prossimi seguiranno con cadenza mensile a marzo, aprile e maggio. Il calendario completo delle lezioni, con orari e programmi, è disponibile qui.

I seminari, pur essendo dedicati agli studenti del CPM, sono aperti anche agli associati di Note Legali. Per frequentare l’intero ciclo di incontri è necessario sottoscrivere la CPM CARD ROSSA al costo di 50,00 euro (permette di assistere per un anno alle open week, agli eventi e utilizzare le sale prova). Ciascun modulo (l’attività dell’autore e del compositore, l’attività live e l’attività discografica) ha un costo di 100 €, da versare direttamente alla segreteria del CPM. Gli esterni, non ancora associati a Note Legali, dovranno inoltre iscriversi all’Associazione tramite l’apposita pagina del sito.

Per l’iscrizione ai corsi è necessario contattare la segreteria del CPM ai seguenti recapiti: 02.641146.1 – info@centroprofessionemusica.it.

Altra importante iniziativa: anche quest’anno il CPM ha iscritto a Note Legali tutti i partecipanti al corso Bachelor of Music, offrendo loro la possibilità di usufruire per un anno dei servizi esclusivi forniti dall’associazione, e rinforzando ancora di più un legame che promette di fare molta strada nel cammino formativo degli artisti di domani!