Home » Tag Archives: finanziamento

Tag Archives: finanziamento

Mibact, è online il bando per la diffusione del jazz italiano

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha pubblicato sulla pagina della Direzione Generale per lo spettacolo dal vivo l’avviso pubblico per il finanziamento di progetti finalizzati alla diffusione della musica jazz italiana. Annunciato prima dell’estate dal ministro Dario Franceschini, il bando mette a disposizione cinquecentomila euro per iniziative promosse da organismi pubblici o privati, senza scopo di lucro, operanti nel settore della musica jazz, con l’obiettivo di sostenere i giovani talenti e la costituzione di reti, anche online, tra le diverse esperienze territoriali.
“Queste risorse – ha dichiarato il ministro Franceschini – permettono finalmente di riconoscere il ruolo di un genere musicale ormai radicato nel nostro Paese, che esprime autentici artisti riconosciuti a livello internazionale e ha un pubblico numeroso e sensibile”.
Il bando è scaricabile all’indirizzo www.spettacolodalvivo.beniculturali.it.
Termine perentorio per la presentazione dei progetti è il 5 dicembre 2014 alle ore 12.00.

Approvato un decreto legge che prevede crediti d’imposta per chi investe in cultura

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente del Consiglio dei ministri e del Ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, ha approvato, nella riunione del 22 maggio, un decreto legge per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo.

Il testo del provvedimento prevede, fra l’altro, un credito d’imposta al 65% per gli anni 2014 e 2015 e al 50% per il 2016 per le erogazioni liberali destinate alla tutela e al restauro del patrimonio artistico nazionale (ArtBonus). Del bonus fiscale potranno beneficiare persone fisiche e enti senza scopo di lucro nei limiti del 15 % del reddito imponibile, e i soggetti titolari di reddito d’impresa nei limiti del 5 per mille dei ricavi annui.

Il decreto contiene inoltre l’incremento di 50 milioni di euro per il fondo di rotazione per la concessione di finanziamenti trentennali alle fondazioni lirico-sinfoniche che hanno presentato il piano di risanamento.

Le fondazioni dovranno conformare, i propri statuti a quanto previsto dal dl Valore Cultura entro il 31 dicembre 2014.

Viene inoltre innalzato da 5 a 10 milioni di euro il limite massimo del credito d’imposta per le imprese di produzione cinematografica che realizzano in Italia, utilizzando manodopera italiana, film o parti di film stranieri.

Lo stanziamento per le agevolazioni fiscali al cinema e agli audiovisivi è aumentato di 5 milioni di euro e passa da 110 a 115 milioni.

Cinema: oltre tre milioni di euro da Apulia Film Commission

E’uno dei fondi più alti in Italia, pari ad oltre tre milioni di euro, quello che l’Apulia Film Commission mette a disposizione nel 2014. Attraverso quattro bandi di finanziamento a fondo perduto destinati alle produzioni che girano in Puglia, prende il via dunque una nuova stagione per il sostegno all’industria cinematografica e audiovisiva nella regione.

Quest’anno sono molte le novità che riguardano i bandi, a iniziare dalla fusione dei fondi Apulia National & International Film Fund, bando a sportello fino ad esaurimento della dotazione finanziaria complessiva pari a 1.850.000 euro. Per quanto riguarda l’Apulia Hospitality Fund, la cui dotazione complessiva è di 1.480.000 euro, cambia invece il criterio di assegnazione delle risorse: oltre ad allargare l’ammissibilità a tutte le tipologie di progetti filmici, prevede anch’esso il rebate automatico, cioè un rimborso del 50% delle spese di vitto e alloggio sostenute in Puglia. L’altra importante novità per l’anno in corso è rappresentata dall’istituzione di Apulia Regional Film Fund, un nuovo e innovativo bando a sportello che permette di sostenere le produzioni audiovisive, cinematografiche e televisive con sede legale e operativa in Puglia, che presentino progetti con regista nato o residente nella regione, che rimborsa il 50% delle spese, ovunque siano sostenute. Diventa bando a sportello anche Apulia Development Film Fund, il fondo per lo sviluppo di progetti filmici a sostegno dei talenti della scrittura audiovisiva. Il fondo, che si rivolge a produzioni europee ed extraeuropee, prevede un’ambientazione minima del 60% in Puglia e si avvale di una dotazione complessiva di 80.000 euro, per un massimo di contributo pari a 10.000 euro a forfait. Il fondo è cumulabile con gli altri, ad eccezione di Apulia Regional Film Fund.

Nel 2013, l’Apulia Film Commission, attraverso i suoi quattro fondi, ha sostenuto 56 progetti filmici di cui 19 lungometraggi, 8 documentari, 10 cortometraggi, 2 serie televisive, 8 tv show, 1 serie web, 5 videoclip, 1 web movie e 2 spot, che hanno coinvolto le sei province pugliesi.

I nuovi bandi sono stati elaborati in base alla disciplina comunitaria emanata dalla Commissione Europea e vengono incontro alle esigenze del mercato audiovisivo internazionale, con l’obiettivo di accrescere lo sviluppo e l’attrattività della Puglia. I bandi sono a fondo perduto e le spese ammissibili riguardano esclusivamente i costi sostenuti sul territorio pugliese, ad eccezione di Apulia Regional Film Fund. La Fondazione assegna risorse fino a un massimo dell’80% del budget effettivamente speso sul territorio regionale, che comprende i costi di personale tecnico o artistico, produzione, post produzione, costumi, maestranze, scenografia, noleggio mezzi, trasporti, assicurazione, lavorazione pellicola, catering e alberghi.

Fonte: www.siae.it