Home » Tag Archives: audiovisivo

Tag Archives: audiovisivo

TuteliAmo: l’enforcement dei contenuti audiovisivi su Internet, Casa del Cinema Roma, 26 febbraio 2016

Tutela dei contenuti audiovisivi ed enforcement su Internet: sono questi i temi che verranno affrontati nel corso dell’evento organizzato da FAPAV per il prossimo 26 febbraio presso la Casa del Cinema a Roma (h. 9:30 – 18:30).
L’evento è patrocinato dal Consiglio Superiore della Magistratura, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dall’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia.
Il seminario nasce dalla necessità di riunire tutti i principali attori coinvolti sul tema del contrasto alla pirateria audiovisiva, anche alla luce dei progetti della Commissione UE con il Mercato Unico Digitale. Un tema decisivo, quello della tutela dei contenuti, sul quale si confronteranno rappresentanti delle Istituzioni e delle Forze dell’Ordine, esponenti della Magistratura e dell’industria culturale ed audiovisiva italiana ed internazionale.
Ad aprire i lavori della giornata sarà il Vice Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura Giovanni Legnini e saranno presenti, tra gli altri, il Presidente Sezioni Specializzate Impresa Tribunale di Milano Marina Tavassi, il Gen. C.A. Luciano Carta, Comandante dei Reparti Speciali della Guardia di Finanza, gli Onorevoli Mario Catania e Silvia Costa e il Sostituto Procuratore Nazionale della Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo Maria Vittoria De Simone.
La giornata sarà divisa in due sessioni: la prima parte verterà sul tema delle “Best practices italiane e problematiche aperte”, con specifico riferimento al contrasto della pirateria audiovisiva in Italia, mentre il pomeriggio sarà dedicato al “Confronto internazionale e lo scenario del Mercato Unico Digitale” rispetto ad un’industria che, solo in Italia, vale quasi 14 miliardi di euro e impiega circa 170.000 addetti (fonte Ernst & Young, 2016).
“L’evento costituisce una importante occasione di studio e approfondimento su un tema cruciale per l’industria audiovisiva e tutti i suoi lavoratori” – ha dichiarato il Segretario Generale FAPAV Federico Bagnoli Rossi“Sono certo che durante questa giornata emergeranno interessanti spunti e proposte per una maggior capacità di contrastare il fenomeno della pirateria online”.
AGENDA
Best practices italiane e problematiche aperte
ore 9:30
Registrazione dei partecipanti e welcome coffee
ore 10:00
Saluti Istituzionali Giovanni Legnini, Vice Presidente Consiglio Superiore della Magistratura
ore 10:30
Keynote speech Marina Tavassi, Presidente Sezioni Spec. Impresa Tribunale di Milano
ore 11:00
Intervento Gen. C.A. Luciano Carta, Comandante dei Reparti Speciali della Guardia di Finanza
ore 11:15
Tavola rotonda: Il contrasto alla pirateria audiovisiva in Italia
Modera Luciano Daffarra, Partner C-Lex Studio Legale
Discussant: Federico Bagnoli Rossi, Segretario Generale FAPAV, Giancarlo Mancusi, Sostituto Procuratore presso il Tribunale di Bergamo, Maurizio Mensi, Professore Università LUISS Guido Carli e SNA, Carmine Pirozzoli, Dirigente – Ministero di Grazia e Giustizia, Carlo Solimene, Primo Dirigente II Divisione Polizia di Stato, Gen. D. Gennaro Vecchione, Comandante delle Unità Speciali della Guardia di Finanza
ore 12:30
Conclusioni Maria Vittoria De Simone, Sostituto Procuratore Nazionale – Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo
ore 13:00 Pranzo
Il confronto internazionale e lo scenario del Mercato Unico Digitale
ore 14:30
Apertura Mario Catania, Presidente Commissione d’inchiesta sulla contraffazione e pirateria commerciale della Camera dei Deputati
ore 15:00
Intervento Stan McCoy, Presidente Motion Picture Association EMEA
ore 15:30
Tavola rotonda: Lo stato dell’arte dell’enforcement dei diritti e le prospettive di innovazione con il Mercato Unico Digitale
Modera Paolo Marzano, Partner Studio Legance Avvocati Associati e Presidente del Comitato Consultivo Permanente sul Diritto d’Autore MiBACT
Discussant: Paolo Agoglia, Direttore Ufficio Legislativo e Rapporti Istituzionali SIAE, Marco Chimenz, Presidente European Producers Club, Silvia Costa, Presidente Commissione Cultura Parlamento Europeo, Fabio Del Giudice, Direttore Confindustria Cultura Italia, Francesco Posteraro, Commissario AGCOM, Rossana Rummo, Direttore Generale delle Biblioteche e Istituti Culturali MiBACT, Stefano Selli, Vice Presidente Confindustria Radio TV.
ore 18:00
Conclusioni Federico Bagnoli Rossi, Segretario Generale FAPAV
Segui la discussione su twitter: #TuteliAmo
Per registrarsi e per ulteriori informazioni: info@fapav.it
L’evento è stato accreditato presso l’Ordine degli Avvocati di Roma e saranno riconosciuti i crediti formativi.
FAPAV è nata nel 1988, come associazione senza scopo di lucro, per proteggere la Proprietà Intellettuale, il Diritto d’Autore ed i diritti connessi e quindi per combattere tutte le forme di illecita duplicazione di opere cinematografiche e audiovisive, con finalità di tutela dei propri Associati e dell’intero settore audiovisivo.
Ne sono membri fondatori e permanenti: AGIS, ANICA, MPA e UNIVIDEO. Ad essa aderiscono sia le principali industrie del settore sia le associazioni che operano per la tutela e la promozione dell’industria audiovisiva e cinematografica in Italia.

FAPAV e SIAE comunicano la firma di un protocollo di intesa per la tutela dei contenuti audiovisivi

FAPAV e SIAE comunicano la firma di un protocollo di intesa per la tutela dei contenuti audiovisivi.

Obiettivo della collaborazione, creare ed individuare sinergie sia per quanto riguarda l’ambito operativo sia per quanto concerne il settore comunicazione ed educational.

Sotto il profilo dell’enforcement, l’intento è quello di rafforzare il coordinamento soprattutto rispetto alle attività da realizzare in sinergia con le Forze dell’Ordine e con l’AGCOM per quanto riguarda il Regolamento sul Diritto d’Autore.

L’intesa prevede inoltre la possibilità di realizzare una serie di iniziative congiunte di sensibilizzazione e formazione sul tema del Diritto d’Autore.

FAPAV

Siamo lieti di aver intrapreso una così importante collaborazione con SIAE, che ringraziamo per aver voluto formalizzare la nostra rinnovata intesa” – ha dichiarato Federico Bagnoli Rossi, Segretario Generale FAPAV – “La creazione di sinergie tra Associazioni ed Enti impegnati nella tutela della Proprietà Intellettuale consente di rafforzare maggiormente le attività di tutela dei contenuti nei confronti di un fenomeno così ampio e complesso come la pirateria audiovisiva“.

SIAE

E’ con grande soddisfazione che rendo nota la firma dell’accordo di collaborazione con la Federazione per la tutela dei contenuti audiovisivi e multimediali” – ha dichiarato Gaetano Blandini, Direttore Generale della SIAE – L’intesa raggiunta tra SIAE e FAPAV nell’attività di contrasto alla pirateria delle opere audiovisive, storicamente orientata al mercato tradizionale dei supporti fisici, nella nuova formulazione dell’accordo comprende ora anche il settore digitale“.

Ritengo che la cooperazione avviata dalla SIAE con le associazioni che tutelano autori, editori e produttori e con le forze dell’ordine, sia uno strumento insostituibile per combattere il fenomeno della pirateria, che è causa di enormi danni ai titolari dei diritti, all’industria, all’erario e costituisce un ostacolo allo sviluppo della creatività e della cultura in Italia“.

Camera dei Deputati: audizione dei rappresentanti SIAE

Nell’ambito dell’indagine conoscitiva sul sistema dei servizi dei media audiovisivi e radiofonici, la Commissione Trasporti e Telecomunicazioni della Camera dei Deputati mercoledì 9 ottobre scorso ha svolto l’audizione, in rappresentanza della SIAE, del direttore dell’Ufficio Legislativo e Rapporti Istituzionali Paolo Agoglia e del direttore della Divisione Licenze e Servizi Centrali Sergio Fasano.

Confrontando le legislazioni dei diversi Paesi europei, vediamo che l’Italia risulta tra i primi cinque per dimensione del mercato dei media insieme a Germania, Francia, Spagna e Gran Bretagna” ha spiegato alla Commissione Sergio Fasano. Il mercato italiano vale, secondo i dati del 2011, “circa otto miliardi di euro” ha aggiunto il direttore della Divisione Licenze e Servizi Centrali della Siae e rappresenta il “quarto mercato dei media in Europa“. Per quanto riguarda la raccolta del diritto d’autore, l’Italia scende però all’undicesimo posto, con cifre che per la musica equivalgono a meno della metà del diritto d’autore raccolto in Francia. Sergio Fasano ha poi spiegato che, se rapportata al Pil, la raccolta in Italia è inferiore a quella di Francia, Spagna e Germania.

Analizzando le dinamiche del mercato della musica, il direttore della Divisione Licenze e Servizi Centrali della Siae ha fatto notare che a livello europeo c’è stata una ripresa grazie al digitale, ma in Italia si registra ancora una situazione di crisi perché le perdite riportate nelle vendite dei supporti fisici non sono compensate dalla crescita del digitale. Le cause vanno individuate nella mancata diffusione della banda larga e nel fenomeno della pirateria che “vale due volte il mercato legale, pari a 100-150 milioni di euro” ha dichiarato Fasano. La situazione è ancora più preoccupante per il mercato dell’audiovisivo, dove la pirateria ha assunto una dimensione gigantesca e vale quindici volte il mercato legale. Per contrastare il fenomeno, Fasano ha indicato due strade: favorire un buon funzionamento del regolamento Agcom e incentivare le offerte legali di video nelle diverse modalità.

Rispondendo ad una domanda dell’onorevole Cristian Iannuzzi (M5S) sulla recente rimodulazione del compenso per copia privata, Paolo Agoglia ha ricordato che il sistema tariffario è stato riveduto nel giugno scorso con un decreto del ministro Franceschini, con un anno di ritardo rispetto alla scadenza. Il direttore dell’Ufficio Legislativo e Rapporti Istituzionali ha ricordato che il sistema di ripartizione è analiticamente indicato dalla legge e che l’Italia ha ancora livelli di tariffe per copia privata inferiori rispetto agli altri Paesi. Agoglia ha poi sottolineato l’imponente azione di rinnovamento interno intrapresa dalla Siae, in linea con quanto previsto dalla direttiva europea sulla gestione collettiva dei diritti d’autore.

Ad una domanda dell’onorevole Lorenza Bonaccorsi (PD) sulle azioni da adottare per contrastare il fenomeno della pirateria, Paolo Agoglia ha risposto sottolineando l’importanza dell’educazione per trasmettere il rispetto della legalità e del lavoro degli autori e il concetto “che ognuno di noi può essere un autore“. Il direttore dell’Ufficio Legislativo e Rapporti Istituzionali ha ricordato infine che la Siae collabora da tempo con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e con il dicastero dell’Istruzione per operare in questa direzione.

Fonte: SIAE

NUOVOIMAIE a Venezia71 lancia un fondo da 5 milioni di euro a sostegno del settore dell’audiovisivo

NUOVOIMAIE, la collecting per i diritti degli artisti, ha presentato venerdì scorso alla Mostra del cinema di Venezia il bando per l’assegnazione di finanziamenti a favore della produzione e distribuzione cinematografica e teatrale e a sostegno di artisti in difficoltà e attrici madri. “Sono qua per dare fiducia al NUOVOIMAIE – dice Beppe Fiorello presente per sostenere l’iniziativa – Stiamo iniziando un percorso nuovo, vedo il cambiamento, la creatività. Non assecondiamo chi in questo momento vuole dare un colore politico ai diritti”.

Sono stati proprio gli artisti consultati con un questionario online a decidere come suddividere il fondo. I 5 milioni di euro, destinati agli attori e doppiatori iscritti e non al NUOVOIMAIE, sono così ripartiti: tre milioni di euro per la produzione cinematografica e audiovisiva, ottocentomila euro per la produzione teatrale, settecentomila euro per la distribuzione dei progetti audiovisivi e teatrali finanziati, quattrocentomila euro per gli artisti che versano in stato di indigenza, e infine centomila euro per aiutare le attrici in maternità.

NUOVOIMAIE distribuirà agli artisti che ne faranno richiesta, a partire dal 15 settembre, finanziamenti per sostenere la produzione di un film o di un cortometraggio” dice il presidente Andrea Miccichè, e continua “La nostra scelta è chiara, vogliamo finanziare tanti progetti, sostenere più artisti, perché crediamo che così si possa innescare un circolo virtuoso in un settore vitale come quello dell’arte audiovisiva e teatrale, che risente profondamente della crisi che stiamo attraversando”. Ma non finisce qui. NUOVOIMAIE distribuirà agli artisti che ne faranno domanda, e che avranno i requisiti, un assegno una tantum da 5 mila euro “Sono 400 euro in più al mese – fa notare il Presidente – come in questo momento il Paese richiede”.

Luisa Ranieri, madrina del festival, intervenuta oggi alla presentazione dell’iniziativa ricorda l’attenzione che NUOVOIMAIE ha dedicato alle attrici madri “Da mamma ho capito che è importante sentirsi aiutate. Noi artisti siamo precari in tutto, ma è bello sapere che c’è un istituto che si occupa di noi”. Ma l’attività dell’Istituto non si esaurisce qui, e il Presidente Miccichè anticipa il lavoro che NUOVOIMAIE sta portando avanti con il Comune di Roma, il DAMS e il Conservatorio per creare un grande centro per le arti che diventi un collettore della creatività.

Ma da dove arrivano i 5 milioni di euro? Il fondo deriva interamente dalla copia privata. NUOVOIMAIE, che è un ente privato che lavora sotto la vigilanza del MIBAC, del Ministero del Lavoro e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, deve destinare per legge il 50% dell’introito da copia privata ad attività di studio, ricerca, promozione, formazione e sostegno degli artisti. E che cos’è la copia privata? “Quando acquistiamo un device tecnologico o un supporto vergine capace di copiare 1, 10, 100 volte un brano musicale o un film – spiega ancora il presidente – paghiamo una sorta di “compensazione”, un piccolo dovuto riconoscimento, all’artista che dalla copia di un’opera non riceve i diritti che gli spetterebbero se quella stessa opera fosse acquistata”.

Nell’attuale mercato liberalizzato, che vede le collecting contendersi la rappresentatività degli Artisti Interpreti Esecutori, questo fondo è il punto di incontro di tutta la categoria, una grande opportunità per unire tutti gli Artisti, cancellare il passato e voltare definitivamente pagina.