Home » News » SIAE » SIAE: presentazione delle attività culturali 2014

SIAE: presentazione delle attività culturali 2014

Da sempre Siae promuove e supporta attività culturali legate a tutti i settori in cui svolge la sua attività di collecting del diritto d’autore, agendo nel rispetto del suo Statuto che prevede appunto «il sostegno ad iniziative promozionali e solidaristiche a favore degli operatori dello spettacolo e della cultura».

Nel 2014 si è deciso di compiere un passo avanti rispetto a quanto è stato fatto in passato per contribuire alle attività culturali: Siae non vuole più limitarsi ad un ruolo di finanziatore e di sponsor, ma vuole diventare promotrice di progetti ed idee. È con questo preciso obiettivo che da quest’anno Siae ha dato inizio a una riorganizzazione e a una razionalizzazione di tutte le iniziative supportate, creando un programma organico, che attraversa tre aree tematiche, attente, in particolare, al sociale e alla valorizzazione dei giovani talenti nel campo della musica, del teatro, della danza, del cinema e della letteratura.

La sezione Siae, autori dell’impegno comprende i progetti legati all’impegno sociale e civile, che coinvolgono le carceri e le associazioni che operano con i disabili fisici e psichici e in situazioni di disagio.

La sezione Siae, diritto alla creatività contiene le borse di studio stanziate da Siae in collaborazione con le più importanti scuole nazionali e i premi in denaro assegnati per valorizzare e incentivare il lavoro dei giovani artisti.

La sezione Siae, sostegno alle idee raccoglie tutte le iniziative che Siae ha scelto di sostenere per il loro valore culturale, sociale o artistico con un contributo economico per garantirne la realizzazione.

«La riorganizzazione del supporto alla cultura da parte di Siae è l’inizio di una serie di progetti sempre più importanti ed ambiziosi» – ha commentato il Presidente della Siae Gino Paoli – «In questo momento in cui la cultura soffre i riflessi di una crisi economica che si trascina ormai da anni, deve essere ben chiaro che Siae è “dalla parte di chi crea”, come afferma il nostro claim. Pertanto Siae non può e non deve sottrarsi dal compito di promuovere e sostenere in maniera sempre più concreta e fruttuosa iniziative culturali, soprattutto quelle di grande valenza sociale.
In particolare intendiamo guardare con attenzione ai giovani autori e stiamo lavorando ad un progetto a loro dedicato, per cercare di arginare un disagio e una difficoltà sempre crescenti, per limitare la dispersione dei nuovi talenti e per favorirne, al contrario, la valorizzazione.
Un motto popolare molto in voga recita: “Braccia rubate all’agricoltura”. Il rischio che corriamo, se non troviamo modi e mezzi per incoraggiare i giovani talenti è che tra qualche anno ci si ritrovi a dire: “Menti rubate alla cultura”».

Per maggiori informazioni:
http://www.siae.it/edicola.asp?click_level=0500.0100.0200&view=4&open_menu=yes&id_news=13513