Home » News » SIAE » SIAE: presentato Mercoledì Live, la nuova iniziativa in favore dei talenti under 31 e della musica dal vivo

SIAE: presentato Mercoledì Live, la nuova iniziativa in favore dei talenti under 31 e della musica dal vivo

È stata presentata lunedì scorso Mercoledì Live, la nuova iniziativa SIAE in favore dei talenti under 31 e della musica dal vivo che prenderà il via il 1° marzo 2016 con una sperimentazione in Puglia.

Gaetano Blandini, Direttore Generale SIAE: “Siamo particolarmente contenti di questa collaborazione con la Puglia, è un riconoscimento di quanto questa Regione ha fatto di buono sulla cultura: sul cinema hanno fatto bene, sulla musica hanno fatto cose addirittura straordinarie. SIAE crede molto in questo progetto; siamo orgogliosi di essere qui e di lavorare con ‘quelli bravi’. Per noi peraltro questa non è un’iniziativa isolata: negli ultimi anni, dopo aver messo in ordine i conti, abbiamo deciso di guardare al futuro. E Mercoledì Live segue concettualmente e concretamente la decisione di azzerare la quota associativa per gli under 31 (nel 2015) su cui abbiamo già avuto un riscontro importante: in un anno sono 2.500 i nuovi autori iscritti a SIAE. Questo significa che abbiamo rinunciato a circa 1.5 milioni di euro: ma per noi non è un mancato incasso, è un investimento strategico per il futuro. Con Mercoledì Live puntiamo a dare un senso ulteriore allo slogan che accompagna il nostro logo e che dice ‘dalla parte di chi crea’. Ecco, noi vogliamo essere dalla parte di chi crea sempre, ma soprattutto all’inizio della carriera, quando gli autori sono più fragili. Vogliamo, possiamo e dobbiamo portare SIAE lì dove i nostri associati ci chiedono di portarla: a essere un valore aggiunto per gli autori, che sono coloro che creano cultura, bellezza e posti di lavoro nel nostro Paese e che sono un vanto per la nostra nazione. Come Gianfranco Rosi che ha appena vinto l’Orso d’oro a Berlino ed Ennio Morricone, in lizza per l’Oscar”.

Loredana Capone, Assessore regionale all’Industria turistica e culturale Puglia: “Con Puglia Sounds vogliamo dare ai giovani autori pugliesi l’opportunità di trovare la propria strada, aiutarli a percorrerla esprimendo al massimo la propria creatività. Come hanno fatto i grandi maestri del nostro cantautorato, da cui abbiamo ereditato un patrimonio immenso capace di sopravvivere nel tempo e nelle generazioni. È con questo spirito che abbiamo accolto l’iniziativa dei Mercoledì Live della Società Italiana degli Autori ed Editori. Il nostro obiettivo è offrire maggiori opportunità ai giovani artisti pugliesi che, non solo hanno scelto di cimentarsi nella scrittura di canzoni originali, ma della musica vogliono fare il proprio lavoro. Un’iniziativa a sostegno del talento che agevola, però, anche i locali che programmano musica dal vivo, che in Puglia sono oltre 3mila, e quelli che vorrebbero cominciare a farlo. Per tre mesi, infatti, i giovani cantautori, o le band, tutti i mercoledì potranno suonare le proprie canzoni e il costo del diritto d’autore sarà solo di 25 euro, il gestore potrà richiedere il permesso online e SIAE non tratterrà nessuna provvigione. Vogliamo creare nuove opportunità di lavoro e di reddito per i nostri talenti, incoraggiarli a seguire il proprio sogno e, al contempo, stimolare i locali pugliesi, dai pub alle librerie, ai bar, a sperimentare nuove forme di ‘attrazione’. Perché la musica è motore di crescita sociale ma anche e soprattutto economica e i numeri che abbiamo registrato in Puglia dal 2010 al 2014 lo urlano: +122,2% spettatori rispetto al -59,5% della media italiana e un volume d’affari pari a +22,6% rispetto al +8,9% italiano. D’altra parte l’industria creativa è una delle specializzazioni intelligenti della Puglia e su questo capitolo sarà destinata una parte cospicua del portafoglio europeo nella prossima programmazione. Dobbiamo, allora, lavorare molto e bene affinché la capacità culturale della nostra regione si associ sempre più alla capacità di creare reddito e occupazione. L’iniziativa dei Mercoledì Live in questo senso è un ottimo esempio e pone le basi per un sodalizio perfetto capace di rispondere alle esigenze di tutti, turisti e cittadini: cultura, enogastronomia, e con l’arrivo della bella stagione anche mare. Siamo orgogliosi di essere, insieme a Firenze, la prima regione con cui SIAE sperimenterà questo nuovo processo, e fiduciosi dei risultati”.

Carmelo Grassi, Presidente Teatro Pubblico Pugliese: “Abbiamo costruito un vero e proprio sistema attorno alla musica in Puglia. Puglia Sounds ne è la perla. L’investimento che la Regione ha voluto in questo ambito ha dato risultati straordinari, adesso è il momento di metterli a regime, di dare strategia alla grande esperienza maturata negli anni”.

Antonio Princigalli, Coordinatore Puglia Sounds: “Con questo progetto SIAE ha compiuto una vera e propria rivoluzione. Perché investire sui giovani significa investire sul futuro e perché la scelta di digitalizzare tutto il processo determina assoluta trasparenza eliminando quel velo di sfiducia che ha sempre aleggiato sui giovani autori pugliesi e italiani. Siamo felici quindi di essere, insieme al Comune di Firenze, la “Regione 0″, e lo siamo soprattutto perché la Puglia è l’unica regione d’Italia che da anni ormai ha scelto di fare della musica e del suo comparto una ragione di politica industriale”.