Gino Paoli: tutela del diritto d’autore, battaglia non più rinviabile

Il Presidente della Siae Gino Paoli ha scritto una lettera al Direttore del “Corriere della Sera” Ferruccio de Bortoli, pubblicata questa mattina sul quotidiano milanese, nella quale ringrazia tutti coloro che gli hanno fatto pervenire il proprio sostegno dopo le sue dichiarazioni sul Teatro Valle occupato. Il Presidente Paoli ha ribadito la volontà di superare la singola vicenda e considerare invece la necessità della tutela del diritto d’autore in un contesto più ampio.
Il diritto d’autore rappresenta il compenso per il lavoro degli autori ed è un fattore di traino per l’economia: “chi crea e produce contenuti dà direttamente o indirettamente lavoro ad oltre 1,5 milioni di persone e rappresenta il 5% del Pil nazionale”.
“Anche noi siamo dei lavoratori – conclude Gino Paoli – ma soprattutto siamo lavoratori che non riescono a far sentire forte e chiara la loro voce, che non possono e non vogliono più essere figli di un dio minore… Riteniamo giusto in un Paese civile rispettare le regole anche se non ci piacciono ma siamo pronti a lottare per cambiarle… la nostra è una battaglia di dignità, di civiltà e di libertà, battaglia non più rinviabile”.
http://www.siae.it/view.asp?pdf=Siae_Documentazione_letteraPaoli_a_Corsera.pdf

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.