Una interessante sentenza USA sulle licenze musicali

Riassunto della decisione del giudice distrettuale John S. Martin nel caso The Rogers and Hammerstein Organization contro UMG Recordings Inc. e The Farm Club Online Inc. emessa il 25 settembre 2001.
Punti principali:
– Le licenze concesse da The Harry Fox Agency nell’interesse dei propri editori musicali per l’utilizzo di composizioni musicali nelle registrazioni sono limitate alla configurazioni ( quali CD, audio cassette ecc.) specificate in ogni licenza individuale. Le autorizzazioni rilasciate per i Cd, in altre parole non permettono la distribuzione in formato elettronico, senza una ulteriore negoziazione relativa ai diritti.
– La consegna a The Harry Fox Agency da parte della Universal Records di una supposta notifica allo scopo di ottenere le licenze di distribuzione in digitale se [tali erano necessarie] non si realizzò realmente.
– La corte ha considerato molte delle altre motivazioni della difesa riguardo una violazione del copyright come ‘speciose’, sollevate ‘in un ultimo disperato tentativo di salvare una nave destinata ad affondare’. Ciò include le seguenti argomentazioni addotte dalla Universal:
– Che esistevano fatti importanti relativi alla vertenza che rendevano il giudizio sommario inappropriato ( la corte ha definito ciò interessante alla luce della istanza della difesa relativa al giudizio sommario).
– Che i convenuti hanno altre licenze che servono per autorizzare le loro attività (la Corte si chiedeva come mai teli documenti se esistevano, non sono stati addotti come prova.)
– Che il servizio di autorizzazione collettivo fornito da The Harry Fox Agency all’insieme degli editori musicali rappresenta una ‘limitazione al commercio’ (una affermazione definita ridicola dalla corte in relazione all’esenzione dell’antitrust accordata dalla Sezione 115) e che i convenuti dovrebbero essere liberi di operare senza autorizzazioni sino a quando l’ufficio del Copyright governa il sistema delle royalty (il Copyright Office non ha l’autorità per fornire opinioni o stabilire termini legali e quindi non bisogna dare molto perso alle interpretazioni che elabora, relative a questioni non ancora decise).
Per scaricare la sentenza, scansita in formato PDF:
Area Download – Sentenze estere

La redazione – Fonte: Mi2N

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.