Solo la Grecia ha il diritto di chiamare il formaggio bianco salato “feta”

Solo la Grecia ha il diritto di chiamare il formaggio bianco salato “feta”, ha stabilito ieri la Corte di Giustizia Europea, rigettando la richiesta di appello della Danimarca e della Germania che desideravano utilizzare lo stesso nome per i loro formaggi.
I due Stati hanno chiesto alla Corte europea di annullare la decisione presa nel 2002 secondo la quale il feta è un prodotto solamente greco, in base allo stesso tipo di protezione di cui godono il prosciutto di Parma italiano e lo champagne francese.
Il nome “feta” può essere riservato esclusivamente al formaggio greco poiché è stato registrato come una designazione protetta dall’origine nel 2002.
La sentenza rappresenta una vittoria per la Grecia, dove si ritiene che il formaggio feta venga prodotto da seimila anni, e per la cui difesa il governo greco si è mobilitato sin dal 1994.

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.