RIAA ottiene la condanna di Usenet.com

La Recording Industry Association of America (RIAA) ha vinto la causa legale intrapresa contro Usenet.com per violazione della normativa sul copyright. Il provider promuoveva e pubblicizzava apertamente lo scambio di contenuti, senza curarsi se tale attività fosse legale o meno.
Il giudice Harold Baer ha respinto la difesa di Usenet.com, basata sul noto precedente Sony Betamax, ove per la prima volta si era posto il problema della responsabilità del fabbricante dell’hardware utilizzato per scopi non leciti (nel caso di specie si trattava del videoregistratore). La Corte decise che non era possibile negare al pubblico l’utilizzo del videoregistratore solo perchè alcuni lo utilizzavano in maniera non lecita.
Nel citare il caso Betamax, il giudice Baer ha osservato che Usenet.com, al contrario del produttore di videoregistratori, aveva continui e costanti contatti con i propri utenti. Secondo RIAA tali rapporti fomentavano la possibilità di scaricare illecitamente opere tutelate.
Il giudice ha considerato le ragioni di RIAA assolutamente fondate, sanzionando Usenet.com per aver aver contribuito ad un illecito diretto e per conto di terzi.

Lucia Dellisanti

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.