Opere d’arte: i provider devono ottenere la licenza S.I.A.E.

Il Tribunale di Roma, Sezione specializzata nella materia della Proprietà industriale ed intellettuale ha pronunciato una sentenza che è stata registrata lo scorso agosto, con la quale ha accolto le domande della S.I.A.E. condannando la società Tiscali a rimuovere dal proprio sito Internet le immagini di opere dell’arte figurativa appartenenti al repertorio S.I.A.E. che erano state riprodotte illecitamente ovvero senza licenza S.I.A.E..
Il provider è stato inoltre condannato al risarcimento dei danni patrimoniali e alla pubblicazione della sentenza su due quotidiani nazionali.
Per utilizzare opere delle arti visive protette dalla legge sul diritto d’autore e che siano state create da artisti che hanno affidato alla S.I.A.E. la loro tutela, occorre ottenere preventivamente l’autorizzazione della Società prima che abbia luogo l’immissione in rete delle opere.
Fonte: S.I.A.E.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.

Controlla anche

Corte Costituzionale: legittimo il ricorso alla decretazione d’urgenza per disciplinare l’intermediazione del diritto d’autore

Il ricorso alla decretazione d’urgenza per disciplinare l’intermediazione del diritto d’autore anche in favore di organismi di gestione collettiva diversi dalla SIAE era sorretto da adeguate ragioni di necessità e urgenza.