Olanda: la Corte di Appello condanna i link a file musicali pirata

Techno Design, società che gestiva il sito Zoekmp3.nl, è stata condannata per violazione della legge sul diritto d’autore per la pubblicazione di un database di link molti dei quali indirizzavano a file musicali pirata. Il database era compilato direttamente dagli utenti del sito, i quali indicavano i file MP3 che venivano condivisi dagli stessi.
La Corte di Appello di Amsterdam ha ritenuto i gestori del sito responsabili delle violazioni, in quanto erano consapevoli dell’uso che veniva fatto dei propri sistemi di ricerca, favorendo enormemente la crescita del database (anche tramite spider) e l’utilizzazione dello stesso, e fornendo anche informazioni aggiuntive. La pubblicazione nel sito di un disclaimer contro le attività pirata è stato ritenuto dai giudici olandesi fatto insufficiente ai fini dell’esenzione di responsabilità .
L’azione giudiziaria era iniziata dopo una formale diffida di BREIN, fondazione olandese che si dedica alle attività di antipirateria, a cui Techno Design aveva risposto con una causa civile. In primo grado il Tribunale aveva deciso che si poteva chiedere esclusivamente la rimozione dei file illeciti, indicando una per una le voci “illegali”, ma non la chiusura dell’intero sito. L’appello, promosso da BREIN, ha portato al rovesciamento della decisione.
Il sito era fonte di guadagno per i gestori, grazie alla pubblicità . Techno Design ha dovuto chiudere il sito, e dovrà pagare sia le spese legali che i danni dell’attività di pirateria.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.