Importante decisione di una Corte d’Appello USA in merito al DeCCS

La Corte d’Appello californiana ha deciso all’unanimità di rovesciare la decisione, precedentemente presa da una corte di primo grado, che proibiva a dozzine di individui di pubblicare all’interno dei propri siti il codice DeCCS, in grado di annullare le protezioni digitali dei DVD, consentendone la riproduzione su qualsiasi computer.
La Corte d’Appello ha sostenuto che la sentenza di primo grado aveva violato i diritti relativi al Primo Emendamento del convenuto, Andrew Bunner, per aver ordinato allo stesso e agli altri soggetti che avevano pubblicato il codice in questione, di rimuoverlo dal web a fronte di una preliminare richiesta da parte della più grande organizzazione di licensing dei prodotti in DVDdegli studios, la DVD-CCA.
Bunner aveva pubblicato i codici dopo che gi stessi erano divenuti di pubblico dominio a seguito della pubblicazione in Slashdot News.
In primo grado la Corte aveva diffidato Bunner dal pubblicare il codice accusandolo di essersi appropriato e di aver diffuso un segreto industriale, mentre in sede di appello è stato riconosciuto, al convenuto, la possibilità di pubblicare e di commentare delle notizie già di pubblico dominio come previsto dal Primo Emendamento.

Il testo della sentenza è diponibile, per gli associati, all’indirizzo:
http://www.dirittodautore.it/dload/default.asp?IdCatDl=28&cat=Estere

La redazione

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.