Domanda di pronuncia pregiudiziale in Corte di Giustizia Europea sul monopolio delle società di gestione collettiva

Riportiamo il testo della domanda di pronuncia pregiudiziale presentata il 6 febbraio scorso in merito all’esercizio in posizione dominante dell’attività della società di gestione collettiva di diritto d’autore Stim.

Domanda di pronuncia pregiudiziale proposta dal Marknadsdomstolen (Svezia) il 6 febbraio 2007 – Kanal 5 Limited e TV 4 AB / Fà¶reningen Svenska Tonsà€ttares Internationella Musikbyrå (Stim)
(Causa C-52/07)
Lingua processuale: lo svedese
Giudice del rinvio
Marknadsdomstolen
Parti nella causa principale
Ricorrente: Kanal 5 Limited e TV 4 AB
Convenuto: Fà¶reningen Svenska Tonsà€ttares Internationella Musikbyrå (Stim)
Questioni pregiudiziali

A) Se l’art. 82 CE debba essere interpretato nel senso che costituisce un abuso di posizione dominante il comportamento di un’organizzazione per i diritti d’autore che detiene un monopolio di fatto in uno Stato membro, la quale, nel rapporti con canali televisivi commerciali, applica o impone un modello di remunerazione del diritto di trasmettere opere musicali in programmi televisivi diretti al pubblico, in cui la remunerazione viene calcolata come una percentuale dei profitti dei canali televisivi derivanti da tali programmi televisivi diretti al pubblico.
B) Se l’art. 82 CE debba essere interpretato nel senso che costituisce un abuso di posizione dominante il comportamento di un’organizzazione per i diritti d’autore, che detiene un monopolio di fatto in uno Stato membro, la quale, nei rapporti con canali televisivi commerciali applica o impone un sistema di remunerazione del diritto di rendere accessibili opere musicali in programmi televisivi diretti al pubblico, in cui la remunerazione viene calcolata come una percentuale dei profitti dei canali televisivi derivanti da tali programmi televisivi, quanto manca un collegamento evidente tra i profitti e le prestazioni fornite dall’organizzazione per i diritti d’autore, in particolare l’autorizzazione all’esecuzione di musica tutelata dal diritto d’autore; ciò accade spesso, ad esempio, in telegiornali e programmi sportivi e quando i profitti aumentano per effetto del potenziamento della griglia di programmazione, di investimenti in tecnologia e di soluzioni adeguate alle esigenze dei clienti.
C) Se la risposta alla questione sub A) o sub B) sia influenzata dal fatto è possibile identificare e quantificare tanto la musica trasmessa quanto l’audience.
D) Se la risposta alla questione sub A) o sub B) sia influenzata dal fatto che il modello di remunerazione (modello basato sui profitti) non si applica in modo simile ai rapporti con le imprese di servizio pubblico.

Su Giovanni d'Ammassa

Avvocato con studio in Milano dal 1997, coltiva sin dall'Università lo studio e l’insegnamento del diritto d’autore. Fonda Diritttodautore.it nel 1999. Appassionato chitarrista e runner.